Banchi a rotelle al macero “Nessuno li vuole”/ Polemiche a Venezia: Azzolina irritata

- Carmine Massimo Balsamo

Un liceo di Venezia ha deciso di buttare i banchi a rotelle fortemente voluti dall’ex ministro Azzolina: la foto diventa virale

Banchi a rotelle
Banchi a rotelle, foto da web

Tra le misure più discusse del governo Conte II, i banchi a rotelle continuano ad accendere il dibattito politico. La scintilla è stata innescata nel veneziano: il liceo “Benedetti-Tommaso” ha infatti deciso di disfarsene caricandoli su una bettolina per essere smaltiti in discarica.

La foto dei banchi a rotelle sull’imbarcazione da trasporto della laguna ha fatto il giro del web nel giro di poche ore: vista l’impossibilità di utilizzarli, la dirigente dell’istituto ha deciso di affidarsi a una ditta di trattamento rifiuti ingombranti. «Farò un esposto alla Corte dei conti. Qualcuno dei 5 stelle a Roma deve pagare il conto. In giro per l’Italia 400 milioni buttati via. Non sono buoni neanche per darli alle scuole dei paesi più poveri», il commento dell’assessore comunale veneziano Renato Boraso. Nessuno li vuole, è il giudizio generale…

POLEMICHE BANCHI A ROTELLE, AZZOLINA IRRITATA

Tra i principali sponsor della misura, Lucia Azzolina ha replicato polemicamente ai microfoni dei quotidiani veneti del gruppo Gedi: «Chieda alle scuole, chi ha voluto e ha chiesto i banchi. Le domande che mi sta facendo indicano che lei è una persona profondamente disinformata. La questione è stata raccontata urbi et orbi, e io non ho più la voglia di rispondere. Non glielo devo spiegare io, deve andare nelle scuole e chiedere. È un dramma che facciate ancora queste domande». Grande irritazione, dunque, dall’ex ministro dell’Istruzione. Una stoccata all’esponente M5s è arrivata da Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione in quota Lega: «Un simbolo di una stagione che per fortuna non c’è più. La Lega è al Governo per portare a casa risultati e per evitare che Pd e M5s possano fare disastri, come ai tempi del Governo Conte bis. Altri sono inseguiti ancora dai propri fantasmi … a rotelle».

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA