Barbara d’Urso, Ilary Blasi, Alessia Marcuzzi/ Follia haters su morte di Nadia Toffa!

- Silvana Palazzo

Barbara d’Urso, Ilary Blasi, Alessia Marcuzzi: follia haters dopo la morte di Nadia Toffa! Insulti, attacchi e critiche senza senso alle conduttrici tv

barbara durso marcuzzi ilary blasi
Barbara d'Urso, Alessia Marcuzzi e Ilary Blasi

Alcune delle più celebri e amate conduttrici tv sono finite nella bufera nelle ultime ore. Barbara d’Urso, Ilary Blasi e Alessia Marcuzzi sono state attaccate duramente sui social per i loro ultimi post. Osservando la loro “attività” social non si nota nulla di strano. Tutte e tre si godono le meritate vacanze dopo una stagione televisiva particolarmente intensa. Ma molti follower hanno riempito le loro bacheche di critiche e attacchi perché hanno notato la loro assenza ai funerali di Nadia Toffa. Tutte su Instagram hanno espresso il loro dolore per la morte della giornalista e conduttrice de “Le Iene”, con Barbara d’Urso che ad esempio ha rivelato un aneddoto sulle sue conversazioni. Nelle loro parole era emerso il grande dolore per la perdita di Nadia Toffa, ma anche il forte legame tra le donne vissuto lontano dalle telecamere. Ma a pochi giorni dalla morte di Nadia Toffa, tutte e tre le conduttrici vengono travolte dalle critiche. «Ma non ti vergogni…. di dire ste stupidate… quando “una tua Amica ” come la definisci tu…. è venuta a mancare!!!! Sei proprio un POCHEZZA!!!!! VERGOGNATI FALSA CHE NON SEI ALTRO!!!», è solo uno dei tanti commenti che si trovano sulla pagina Instagram di Barbara d’Urso (clicca qui per visualizzarla).

BARBARA D’URSO, ILARY BLASI E ALESSIA MARCUZZI: INSULTI SOCIAL DOPO MORTE NADIA TOFFA

«Tutti bravi a postare le cavolate ma al funerale di Nadia Toffa non ci siete andati», è un altro commento lasciato tra i commenti al post nel quale Barbara d’Urso ha condiviso una foto del suo nuovo smalto. Non è andata meglio a Ilary Blasi, che su Instagram ha condiviso una foto mentre nuota sott’acqua. «Assurdo… Non andare ai funerali di Nadia un gesto molto brutto che non capisco…», recita un altro commento. E poi c’è il sarcastico: «Così dispiaciuta per la sua “amica” che nn e mancò andata al funerale». C’è chi si interroga sulla sua assenza, ma senza infierire: «Perché non eri ai funerali? Non riesco proprio a capire…». E pure Alessia Marcuzzi è stata presa di mira dagli haters: «Mi chiedo come mai tutte queste amiche di Nadia, fatico a credere, postino tante belle foto per ricordarla e nessuno di voi si è presentato per l’ultimo saluto». Qualcuno di buonsenso si inserisce e scrive: «Ma che problemi avete? Facile giudicare senza sapere» (clicca qui per visualizzare post). Ma l’ondata di indignazione prosegue e non risparmia nessuno.

“UN’EPOCA PIENA DI ODIO E CATTIVERIA”

Al netto della cronaca, concedeteci una riflessione in tempi davvero difficili per chi usa i social. Innanzitutto nessuno può sapere come abbiano vissuto davvero Barbara d’Urso, Ilary Blasi, Alessia Marcuzzi e altri personaggi tv la morte di Nadia Toffa. Non possiamo sapere se abbiano pregato privatamente, se abbiano preso contatti con la famiglia della giornalista bresciana per esprimere le loro condoglianze. In questi casi allora è meglio tacere che esprimere giudizi che in poco tempo si trasformano in lame affilate per chi è sensibile. Ognuno è libero di vivere a modo suo la perdita di una persona cara. Un funerale è un rituale, è un ultimo saluto, ma non è l’unica forma per poterlo dare. Non andare a un funerale non vuol dire necessariamente mancare di rispetto alla persona che è venuta a mancare e alle persone che l’amano. Ma proprio perché conosciamo come funzionano i social, siamo certi che se pure avessero presenziato ai funerali sarebbero state attaccate. Magari perché per qualcuno volevano solo mettersi in mostra. Una cosa è certa: le sterili polemiche non aiutano in alcun modo la famiglia di Nadia Toffa. Come ha detto Enrico Lucci dopo i funerali di Nadia Toffa, «se c’è una cosa che va valorizzata di lei è che, in un’epoca come questa, piena di odio, di senso di rivalsa, di cattiveria e di rabbia esplosiva Nadia, organizzandosi bene e documentandosi ha convogliato tutta questa avversità in qualcosa di concreto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA