BARELLA-SAELEMAEKERS, RISSA SFIORATA A FINE DERBY/ L’interista: “Noi i migliori”

- Fabio Belli

Barella-Saelemaekers, rissa sfiorata a fine derby. L’interista: “Noi i migliori. Gli screzi a fine gara? Sono cose da campo, quando si va negli spogliatoi passa tutto“.

Barella Fantacalcio
Consigli Fantacalcio: Nicolò Barella (LaPresse)

Anche Nicolò Barella e Alexis Saelemaekers sono stati protagonisti dell’infuocato derby di Coppa Italia tra Inter e Milan. Il battibecco tra Lukaku e Ibrahimovic a fine primo tempo ha tenuto banco, ma anche dopo il triplice fischio finale tra i calciatori delle due squadre non sono mancate le scintille. Il gol su punizione di Eriksen nei 10′ di recupero assegnati anche a causa dell’infortunio dell’arbitro Valeri ha sicuramente contribuito ad accendere ancor di più gli animi, ma si sono rischiati nuovi problemi quando a fine match i due centrocampisti se ne sono dette quattro, con l’interista che per qualche secondo ha cercato di rincorrere il belga, che stava ormai riguadagnando gli spogliatoi. Rissa sfiorata anche in questo caso, anche se i due giocatori non sono venuti praticamente a contatto come Ibrahimovic e Lukaku, arrivati a un testa a testa che ha fatto temere il peggio. Situazione comunque rientrata tanto che è stato proprio Barella a rilasciare alla Rai le consuete dichiarazioni a caldo del dopogara.

BARELLA: “ABBIAMO DIMOSTRATO DI VALERE PIU’ DEL MILAN”

Ai microfoni di Rai Uno, Nicolò Barella ha mostrato ancora un pizzico di agitazione ma ha voluto archiviare senza ulteriori polemiche lo scontro con Saelemaekers, lanciando piuttosto un messaggio ai cugini del Milan riguardo la forza delle rispettive squadre: “Il Milan è una squadra forte ma oggi abbiamo dimostrato di essere al loro livello, o anche meglio. Gli screzi con Saelemaekers? Sono cose da campo, quando si va negli spogliatoi passa tutto. È una bella lotta, è un campionato aperto: noi li rispettiamo, ma vogliamo battere tutti“. Grande grinta dimostrata in campo e fuori dal centrocampista ex Cagliari, divenuto ormai punto fermo assoluto della squadra di Antonio Conte: quando gli spazi in campo sono aumentati, dopo l’espulsione di Ibrahimovic, Barella è salito in cattedra cercando di innescare costantemente gli attaccanti, con la Coppa Italia che può essere un fronte importante per i nerazzurri per tornare ad alzare un trofeo a 10 anni dall’ultima volta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA