Bce: “Pronti a nuove misure già da giugno”/ Acquisti di titoli di Stato all’orizzonte

- Carmine Massimo Balsamo

“Pronti a nuove misure se serve”: così la Bce a proposito della posizione di bilancio dell’Eurozona, ora “fortemente espansiva”.

bce
Christine Lagarde, presidente della Bce (LaPresse)
Pubblicità

Come già messo in risalto nel corso delle scorse settimane, la Bce è pronta a tutto per aiutare la Ue e sarebbe intenzionata a predisporre nuove misure già a giugno se necessario. Come riporta l’Ansa, le stime messe a punto dalla Banca centrale europea a proposito dell’impatto economico della pandemia sull’Eurozona evidenziano «una profonda recessione di circa il 5% nel 2020 appare ora un esito favorevole, con scenari più gravi che indicano una contrazione fino al 12% del Pil». Il consiglio direttivo della Bce dovrà essere pronto ad aggiustare il Pepp e, come dicevamo, ad utilizzare nuovi strumenti in caso di urgenza.

BCE: “PRONTI A NUOVE MISURE SE NECESSARIO”

Philip Lane, membro del comitato esecutivo e capo economista della Bce, ha sottolineato il grande impatto della pandemia sull’economia dell’Eurozona: «Le banche centrali da sole possono fare fino a un certo punto, e dunque devono giocare un ruolo centrale le politiche di bilancio». La posizione di bilancio dell’Eurozona è fortemente espansiva e la Banca centrale europea ha fatto il punto della situazione sul rialzo degli spread registrati a fine aprile. A contribuire in tal senso «le aspettative di maggiori necessità di emettere debito e l’alta incertezza che prevale circa l’impatto economico e finanziario della crisi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità