MADONNA DEL ROSARIO OGGI, 7 OTTOBRE/ Culto cristiano e preghiera alla Vergine Maria

- Matteo Fantozzi

Madonna del Rosario, oggi, 7 ottobre, si celebra la ricorrenza religiosa in tutto il mondo cristiano: la preghiera da dedicare alla Vergine Maria

maria immacolata pixabay 640x300
Maria Immacolata, Pixabay

In questo giovedì 7 ottobre 2021 torna a celebrarsi, come ogni anno, la Madonna del Rosario, ricorrenza molto sentita nel panorama cattolico e cristiano, in quanto viene sottolineata la potenza della preghiera donata dalla Vergine Maria all’umanità intera, vero e proprio mezzo di connessione con la Regina dei Cieli per gli uomini.

Proprio in virtù della celebrazione odierna, siamo a proporvi di seguito la preghiera dedicata proprio alla Madonna del Rosario, da recitare quotidianamente, ma soprattutto quest’oggi, giorno così speciale per la tradizione della nostra Chiesa. Ecco, di seguito, il testo completo: “O Vergine Immacolata, Regina del Rosario, che spargi i tesori della Celeste Misericordia, difendici dal male, dall’orgoglio, e purifica i nostri affetti. Col tuo materno aiuto e sotto la tua protezione, vogliamo vivere, o dolce Madre di misericordia, Regina del Santo Rosario. Amen”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

Madonna del Rosario: oggi, 7 ottobre, la ricorrenza

La Madonna del Rosario si celebra come ogni anno il 7 ottobre. Il culto viene ricordato in tutto il mondo cristiano come un momento di devozione nei confronti della Madonna che ha concesso agli uomini un dono eccezionale come le preghiere del Rosario. Una realtà che si innesta con alcune antiche credenze medievali e con offerte e preghiere alla Beata Vergine. Ogni 7 ottobre si svolge una santa messa in cui si celebra questo evento con i fedeli che si riuniscono pronunciando il Rosario. Tra le città in cui questa festa è particolarmente sentita vi è Pompei. Il viaggiatore che si appresta a visitare Pompei sarà subito attratto dal paesaggio circostante in cui il protagonista è una natura, che ha plasmato la storia di questo insediamento di origine romana e al contempo l’ha reso un luogo storico considerato patrimonio dell’umanità.

La presenza del Vesuvio è quella di una sentinella dormiente, ma che ricorda come nei secoli passati abbia devastato la città di Pompei lasciando ai posteri uno spaccato di vita del mondo antico. Oggi la cittadina è riconosciuta come una meta turistica per i suoi scavi, per le bellezze paesaggistiche, ma anche per la forte religiosità e il legame con il culto della Madonna. Camminando per le strette strade della città sono diverse le chiese in suo onore, le locandine o cappellette che dal mare si sviluppano fino all’interno. In particolare la presenza del Santuario della Madonna del Rosario che risale al 1876, racchiude il legame che questa città ha avuto nei secoli nei confronti del culto della B.V. Maria del Rosario.

Madonna del Santo Rosario, il culto

La festa della Beata Vergine Maria del Rosario fu istituita in un momento storico difficile per la cristianità con l’avanzata dei mussulmani sulla zona orientale del Mediterraneo. In particolare la data a cui si collega questa festività è il 1571, anno della battaglia di Lepanto in cui le forze cristiane riuscirono a fermare la flotta mussulmana ponendo fine al tentativo di invadere l’Europa. Un evento che come quelli della battaglia di Poitiers, avvenuta alla fine del VIII secolo e la battaglia di Vienna nel 1683, segna la vittoria della fede. In base alle fonti storiche si racconta che per tutto il giorno precedente alla battaglia e durante il suo svolgimento, i fedeli pregarono sul Rosario al fine di ottenere la vittoria. Due anni dopo Papa Gregorio XIII decide di istituire questa festività stabilendo come data il 7 ottobre.

Se si effettua un’indagine storica, un culto del Rosario collegato alla beata Vergine Maria era già presente prima dell’anno mille, dato che nei monasteri si era presa l’abitudine di impiegare la preghiera del Padre Nostro al posto dei salmi, difficili da ricordare. Ma i primi documenti ufficiali che attestano l’utilizzo delle preghiere collegate al Rosario e l’impiego dell’oggetto stesso sono del 1212, anno in cui in base a quanto si racconta, San Domenico vide in sogno la Madonna che gli consegnò la sacra corona del Rosario come strumento per sconfiggere l’eresia degli Albigesi. Il termine deriva dalla corona di rose impiegata in epoca medievale per adornare le statue delle Vergine, trasformata in una collana con perline di legno dai monaci cistercensi. Il numero di perline può essere 50 o 150. La preghiera del Rosario è tra le forme più semplici di devozione da parte di preti e di fedeli comprendendo il Padre Nostro, l’Ave Maria e il Gloria.

I Santi e i Beati del 7 ottobre

In questo giorno si ricordano anche: Beato Gesù Prieto Lopez; Beato Angelo Cuartas Cristobal; Beato Giovanni Hunot; Beato Martino Cid; San Marcello; San Rigaldo; San Geroldo di Colonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA