Bebe Vio, Portabandiera Paralimpiadi 2020/ L’azzurra a caccia di tre medaglie a Tokyo

- Michela Colombo

Bebe Vio portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi 2020 di Tokyo: l’azzurra alla cerimonia di apertura col tricolore. Per lei ben tre gare: sarà dominio nella scherma?

bebe vio scherma
Bebe Vio (LaPresse)

BEBE VIO PORTABANDIERA ITALIA PARALIMPIADI 2020

Si accenderanno oggi, martedì 24 agosto le Paralimpiadi 2020 di Tokyo e portabandiera dell’Italia alla cerimonia di apertura sarà Beatrice Vio, già nota ovviamente con il soprannome di Bebe. Classe 1997, la schermitrice italiana e già campionessa olimpica, mondiale ed europei di fioretto individuale femminile sventolerà il tricolore assieme al nuotatore Federico Morlacchi nella sfilata delle nazioni e certo non vediamo l’ora di vederla sia con la divisa azzurra allo Stadio Olimpico di Tokyo che in pedana dei cinque cerchi. Bebe Vio infatti è tra le nostre speranze più rosee di medaglia per questa magnifica edizione dei giochi paralimpici, e certo la veneta vorrà, come minimo obbiettivo, difendere già la medaglia d’oro vinta a Rio 2016 nel fioretto.

Ma non solo: per la seconda Paralimpiade Beatrice Vio, oltre che nel fioretto, si è regalata la possibilità di competere anche nella prova della sciabola femminile individuale e chissà che possa arrivare per lei una tripla soddisfazione nella scherma a cinque cerchi per lei. L’avventura con la nuova arma è allettante e davvero per un personaggio (la cui storia è notissima, tra malattia riscatto e pure impegno sociale) e un’atleta come è Bebe Vio “i limiti non esistono”: chissà però che dirà la pedana nipponica.

BEBE VIO: L’AZZURRA DOMINERÀ TOKYO 2020?

I riflettori dunque sono davvero tutti puntati su Beatrice Vio: l’azzurra non solo sarà portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 ma pure è la prima indiziata nella vittoria della medaglia d’oro del fioretto femminile individuale, disciplina di cui pure si è laureata campionessa europea nel 2018 e mondiale nel 2019. Con un palmares dunque così ricco, da lei ci attendiamo dunque moltissimo, anche dal suo prossimo debutto nella prova della sciabola: da segnalare in tal senso che subito la schermitrice sarà in pedana, il 25 agosto (domani) per la sciabola individuale, il 28 agosto per il fioretto singolo e il giorno dopo per la gara a squadre, con avvio per i preliminari alle ore 2.00 della notte italiana.

Nel frattempo accontentiamoci oggi di vederla sventolare il tricolore nella sfilata della cerimonia di apertura dei giochi nipponici. Vale nel frattempo ricordate che Beatrice Vio è stata già tedofora i giochi londinesi del 2012 e che a Rio 2016, dopo aver vinto l’oro nel singolo e il bronzo a squadre nel fioretto, pure è stata portabandiera dell’Italia ma nella cerimonia di chiusura dei giochi brasiliani. Ora avrà lei l’onore e l’onere di aprire le Paralimpiadi di Tokyo 2020, dove potrebbero essere davvero pioggia di medaglie. È grande attesa!

© RIPRODUZIONE RISERVATA