Bebe Vio viola coprifuoco, multata: al bar dopo 18/ “Ero lì solo a chiacchierare…”

- Silvana Palazzo

Bebe Vio viola coprifuoco: trovata al bar dopo le 18, multata. “Ero lì solo a chiacchierare, non ho bevuto”, si difende la schermitrice paralimpica. “Non ho ucciso nessuno”

bebe vio scherma
Bebe Vio ai mondiali di scherma paralimpica a Roma (LaPresse)

Bebe Vio multata per aver violato il coprifuoco. Lo rivelano i quotidiani veneti del gruppo Gedi, secondo cui l’episodio risalirebbe al 29 novembre scorso a Mogliano Veneto, in provincia di Treviso, dove vive la famiglia della campionessa paralimpica. Pare che sia stata sanzionata per essersi fermata con alcuni amici all’interno di un locale, che era ancora aperto nonostante sia disposta la chiusura al pubblico, cioè la fine del servizio d’asporto, alle ore 18:00. Alcuni residenti avrebbero avvertito i carabinieri, che sono quindi arrivati sul posto intorno alle 20:00. Hanno, quindi, eseguito un controllo all’interno del locale, trovando la schermitrice con alcuni amici nel locale che a quell’ora poteva essere aperto solo per effettuare servizio a domicilio. Di conseguenza, è stata comminata un’ammenda di 400 euro, che è stata pagata. Invece il locale dovrebbe aver ricevuto l’ordine di chiusura per cinque giorni.

BEBE VIO MULTATA: “MA NON HO UCCISO NESSUNO”

Sulla vicenda è intervenuta la diretta interessata. «Ho sbagliato», la premessa di Bebe Vio ai microfoni dell’Ansa. La campionessa paralimpica ha raccontato di essere andata in quel locale a trovare un’amica di infanzia che lì fa la cameriera. «Non la vedevo da anni, perché non torno mai a casa». Quindi si è fermata poco dopo l’orario di chiusura mentre l’amica sparecchiava. «Ma non ho bevuto, avevo la mascherina e sono rimasta lì solo a chiacchierare, come se fosse una visita di famiglia». Ricostruendo al telefono con l’Ansa quanto accaduto, la campionessa di scherma paralimpica si è detta consapevole di aver trasgredito la legge, ma al tempo stesso ha spiegato che non c’era altra gente dove era lei. «Mi sta cercando il mondo intero», ha poi aggiunto in merito al clamore che ha generato la vicenda. «Tutto questo risalto ma non ho ucciso nessuno», ha concluso Bebe Vio. Questa leggerezza però le è costata una multa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA