BERLUSCONI: “PARTITO UNICO CENTRODESTRA”/ Salvini frena: “Non interessa a nessuno”

- Carmine Massimo Balsamo

Silvio Berlusconi rilancia: al posto di una federazione, un partito unico di Centrodestra. Il leader della Lega però declina la proposta

silvio berlusconi
Silvio Berlusconi, Forza Italia (LaPresse, 2020)

La proposta di partito unico di Centrodestra avanzata da Silvio Berlusconi non ha scaldato gli alleati. Una frenata degna di nota è arrivata da Matteo Salvini, che ai microfoni di Stasera Italia ha spiegato: «Nessuno sta parlando di partiti unici: un conto è collaborare e federare, un altro conto è mischiare i partiti dalla sera alla mattina».

Nel corso del suo intervento a Stasera Italia, Matteo Salvini ha spiegato: «Gli italiani dopo un anno di sofferenza non ci chiedono giochini politici ma fatti: salute, lavoro e riaperture. Presentare proposte di legge, emendamenti e iniziative pubbliche insieme è un conto, ma fondare dei nuovi partiti non credo serva e interessi a nessuno. Un conto è collaborare, un conto mischiare dalla sera alla mattina tradizioni e identità diverse». (Aggiornamento di MB)

La proposta di Berlusconi per il Centrodestra

Silvio Berlusconi punta al partito unico di Centrodestra: dopo le voci sulla Federazione, il Cavaliere rilancia. Come riferito da fonti di Forza Italia, c’è una forte spinta dentro gli azzurri verso l’ipotesi di creare un partito unico per la coalizione composta da Lega, Fratelli d’Italia e, appunto, FI. Un progetto sul modello del partito laburista inglese o dei Repubblicani francesi, una sfida destinata ad accendere il dibattito all’interno delle forze politiche…

Silvio Berlusconi ha presentato la proposta nel corso della riunione via Zoom del gruppo azzurro al Parlamento europeo. E non è tutto. Secondo le stesse fonti, il Cavaliere ha lanciato un manifesto politico in stile 1994. Un progetto che ricorda da vicino quello della discesa in campo e che è fortemente condiviso dal suo braccio destro Antonio Tajani

Berlusconi: “Serve partito unico Centrodestra”

Silvio Berlusconi è pronto a sentire gli alleati per convincerli dell’opportunità, anche Giorgia Meloni. Le fonti azzurre hanno sottolineato che il Cavaliere è conscio della difficoltà a portare FdI nel progetto, «ma ho il dovere di fare l’appello anche a lei». Come dicevamo, l’ipotesi partito unico era già stata avanzata dall’ex premier in un contatto telefonico con Matteo Salvini, e anche Antonio Tajani ha spiegato: «Stiamo esaminando tutte le proposte, ma il mio sogno è di avere entro le elezioni del 2023 un’unica grande forza del Centrodestra, un grande partito conservatore, liberale, riformista e garantista allargato a tutti gli uomini e le donne di buona volontà che vogliano creare un’alternativa in questo Paese. Noi vogliamo quasi andare oltre la federazione pensando ad un partito unico, ne discuteremo», le dichiarazioni rilasciate due giorni fa a Roma.



© RIPRODUZIONE RISERVATA