BERRETTINI E FOGNINI AGLI OTTAVI DEGLI AUSTRALIAN OPEN/ Ora Tsitsipas e Nadal

- Dario D'Angelo

Matteo Berrettini e Fabio Fognini sono agli ottavi di finale degli Australian Open: per il romano, però, c’è l’incognita di un infortunio…

Matteo Berrettini Atp Cup lapresse 2021 640x300
Diretta Australian Open 2021: Matteo Berrettini (Foto LaPresse)

Giornata a tinte azzurre quella appena conclusasi agli Australian Open: Matteo Berrettini e Fabio Fognini hanno vinto i loro incontri staccando il pass per gli ottavi di finale del primo Slam del 2021. Berrettini ha avuto la meglio in tre tie break del russo Karen Khachanov: una partita tirata, tra due picchiatori, che il tennista romano è stato bravo a chiudere in tre parziali. Non una notazione marginale, visto che sul finire del terzo set Berrettini ha accusato un infortunio che avrebbe potuto compromettere l’esito del match nel caso in cui la sfida si fosse allungata. Come riportato da OA Sport, Berrettini dopo la partita ha commentato: “Non so cosa sia successo. Ho sentito tirare all’altezza delle costole. Dovrebbe essere una contrattura e sul servizio mi faceva male. Sono molto felice di aver chiuso in tre set e spero davvero che non sia nulla di grave per essere in campo tra due giorni per gli ottavi di finale“.

BERRETTINI E FOGNINI AGLI OTTAVI DEGLI AUSTRALIAN OPEN

Oltre a Berrettini, che agli ottavi affronterà il greco Tsitsipas, un altro azzurro oggi si è meritato le copertine: si tratta di Fabio Fognini. Il tennista ligure, dopo aver avuto la meglio nel derby infuocato con il siciliano Salvatore Caruso, ha estromesso oggi l’idolo di casa, l’australiano De Minaur in tre comodi set dando una lezione di tennis al rivale favorito della vigilia. Agli ottavi di finale, fra due giorni, Fognini dovrà scalare un vero e proprio Everest: si troverà infatti di fronte a Rafael Nadal. Il maiorchino, però, è consapevole dei rischi insiti nell’affrontare Fognini, giocatore che in passato lo ha già battuto sia su terra rossa che sul veloce. Molto, come sempre quando è in campo il giocatore di Arma di Taggia, dipenderà dalla vena di Fognini. Con la solita umiltà, Nadal ha ammesso le insidie del match: “Fognini? Arriva a questo scontro con fiducia e tanta fame. Ha voglia di vincere dopo l’operazione alle caviglie e io sarò pronto o proverò a esserlo. Non è mai un match facile quando si gioca un ottavo di uno Slam“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA