Betis-Siviglia sospesa: Joan Jordan colpito da un’asta/ Si riprende senza pubblico

- Chiara Ferrara

Betis Siviglia – Siviglia, gara valida per la Coppa del Re, è stata sospesa: il calciatore ospite Joan Jordan colpito da un’asta lanciata dal pubblico

betis Siviglia
Ripresa Liga (Foto La Presse)

La gara tra Betis Siviglia Siviglia, valida per gli ottavi di finale di Coppa del Re, è stata sospesa ieri pomeriggio: il giocatore ospite Joan Jordan è stato colpito da un’asta proveniente dalla tribuna. Il fattaccio, come riportato dalla Gazzetta dello Sporto, è avvenuto al 39′, mentre i padroni di casa festeggiavano per la rete del pari messa a segno da Nabil Fekir. Il direttore di gara De Burgos Bengoetxea era a pochi passi dalla vittima quando è piombato sul terreno di gioco il pericoloso oggetto, che successivamente è stato portato nella zona del tunnel proprio dall’arbitro.

In molti si sono immediatamente preoccupati per le condizioni di Joan Jordan. Il centrocampista del Siviglia inizialmente si è rialzato ed ha iniziato a discutere animosamente con i tifosi del Betis Siviglia sugli spalti, successivamente si è seduto. I medici della squadra ospite sono immediatamente sopraggiunti sul terreno di gioco per valutare le sue condizioni di salute: il calciatore è stato visitato e, nonostante fosse arrivata la barella, ha deciso di uscire sulle sue gambe. La squadra ha abbandonato il campo per protesta, mentre gli avversari si sono dispersi nell’attesa di capire il da farsi.

Betis-Siviglia sospesa: Joan Jordan colpito da un’asta. Arbitro dispone il rinvio

Il derby tra Betis Siviglia Siviglia è stato sospeso per circa tre quarti d’ora, poi il direttore di gara De Burgos Bengoetxea ha disposto il rinvio in attesa di ulteriori decisioni da parte dei vertici. Questa mattina è stato disposto dalla Federazione spagnola che si tornasse in campo, ma a porte chiuse. La gara valida per gli ottavi di finale di Coppa del Re è dunque ricominciata pochi istanti fa dal 39′ senza pubblico sugli spalti. Il fattaccio, ad ogni modo, costerà certamente caro ai padroni di casa: verrà infatti presumibilmente inflitta una multa oppure la squalifica del campo per quanto accaduto nella giornata di ieri. L’obiettivo delle autorità, inoltre, è quello di individuare al più presto l’autore del terribile gesto.







© RIPRODUZIONE RISERVATA