Billy Costacurta/ “Io e Martina Colombari litighiamo spesso, Berlusconi manca…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Diversi gli aneddoti raccontati da Billy Costacurta ai microfoni del programma I Lunatici, su Rai Radio 2: da Berlusconi a Martina Colombardi passando per le feste di Berti…

Costacurta_Alessandro_Youtube
Billy Costacurta (foto LaPresse)

Il grande Billy Costacurta è stato il protagonista dell’intervista di oggi del programma di Rai Radio 2, “I Lunatici”. Si parla della notte con i disk jockey Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, e l’ex centrale di difesa del Milan svela alcune serate “brave”: “Io e Maldini, che è stato il mio compagno di merende, andavamo in discoteca, però senza bere e fumare, perché non abbiamo mai bevuto né fumato. Altri invece hanno esagerato, esageravamo con l’alcol e le sigarette e la mattina quando si svegliavano per andare agli allenamenti non erano in perfetta forma. Non chiedetemi nomi. Ne faccio solo uno: Nicola Berti. Faceva delle feste meravigliose, da lui ti lasciavi andare. Anche io e Maldini che eravamo un po’ bacchettoni. Mi ricordo una nottata in Francia con Dugarry, che era il re delle notti in costa Azzurra…”. E pensare che da ragazzino Billy Costacurta avrebbe preferito sfondare in uno sport diverso dal calcio: “Volevo fare il giocatore di basket, ci giocavo fino a tredici anni. Infatti il soprannome Billy nasce come presa in giro verso di me mentre giocavo a Basket. Secondo alcuni giocavo molto meglio a basket che a calcio. A un certo punto mi presero al Milan, e quell’anno dovetti scegliere uno dei due sport”.

BILLY COSTACURTA: “MARTINA COLOMBARI MI CONTROLLA IL TELEFONO”

Il Milan, comunque, gli fece ottenere interessanti vantaggi fin da adolescente: “Il vantaggio di quel periodo è che arrivando a scuola con la borsa del Milan – racconta ancora Billy Costacurta – conquistavo le ragazze con una facilità incredibile. La borsa del Milan tirava molto, io attiravo molto”. E qualche anno dopo le scuole medie, Billy Costacurta conobbe la ragazza che sarebbe poi divenuta la donna della sua vita, Martina Colombari: “Se io e Martina litighiamo mai? Sì, anche se io e mia moglie litighiamo soltanto per questioni riguardanti nostro figlio. Stiamo insieme da 25 anni, lei è un po’ più ansiosa con nostro figlio, lei a 16 anni è diventata miss Italia, è stata più a contatto con certe regole, io ho avuto più libertà. Abbiamo una diversità di vedute per quel che riguarda la crescita di nostro figlio che ci porta ogni tanto a dei contrasti che riguardano però solo nostro figlio, per il resto ci siamo incastrati perfettamente. Lei mi controlla il telefonino, io invece non l’ho mai fatto”.

BILLY COSTACURTA: “VAN BASTEN E RONALDO FENOMENI”

Si parla tanto anche di calcio nell’intervista di Billy Costacurta, a cominciare dal tristemente noto Mondiale del 1994 negli Usa, perso dall’Italia in finale contro il Brasile: “Vidi l’allenamento prima della partita di Roberto Baggio e mi resi conto che non avremmo potuto vincere perché Baggio non stava praticamente in piedi”. Sui giocatori più forti con cui ha giocato, Billy Costacurta ha pochi dubbi: “Ho giocato con quattordici palloni d’oro. Rispondere è difficile. Van Basten è arrivato a 23 anni giocando con una caviglia sola. Ronaldo il fenomeno è stato il più difficile da marcare in tutta la mia carriera”. Infine un commento sulla stagione di Serie A 2020-2021, che vede la Juventus la favorita ma comunque una grande incognita per via dell’esperienza di Andrea Pirlo: “L’Inter ha un fenomeno in panchina – spiega l’ex rossonero – mentre Pirlo è al primo anno. E credo che l’esperienza faccia sempre bene. Io credo che Pirlo sia un genio, ha una qualità innata di non perdere mai la lucidità, questo è un vantaggio”. E sul suo Milan? “Manca Berlusconi! Lui guardava la lista dei palloni d’oro e li andava a comprare. Sarò sempre riconoscente a Berlusconi, anche se ho criticato il suo ingresso in politica. Ho criticato spesso i suoi alleati di Governo, una volta parlai bene di Veltroni e Berlusconi si infastidì”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA