Bimbo di 3 anni precipita da 5° piano: grave/ Catanzaro, fili bucato frenano caduta

- Emanuela Longo

Dramma a Catanzaro: bimbo di 3 anni precipita da 5° piano del suo appartamento. Caduta attutita dai fili del bucato, mamma sotto choc

napoli rimandato in 3 materie tenta suicidio
Immagine di repertorio (Pixabay)

Dramma oggi a Catanzaro, dove un bambino di tre anni e mezzo è precipitato dal quinto piano di uno stabile di via Fares, nel quartiere Sala. E’ ancora presto per comprendere fino in fondo le dinamiche di quello che appare essere un tragico incidente che ha visto il piccolo cadere dalla terrazza dell’appartamento. Secondo quanto riferito da Fanpage.it, i soccorsi sarebbero giunti in brevissimo tempo con un’ambulanza del 118 allertata da decine di telefonate con altrettante richieste di intervento. Il bimbo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Pugliese Ciaccio ma da quanto si apprende le sue condizioni sarebbero molto gravi. Dai primi accertamenti eseguiti, si sarebbe trattato di un terribile incidente e la caduta potrebbe essere stata attutita in qualche modo. Secondo le prime indiscrezioni sull’accaduto al momento della caduta accidentale c’era in casa anche la madre del piccolo.

BIMBO DI 3 ANNI PRECIPITA DA 5° PIANO: SALVO GRAZIE A FILI BUCATO

Non è chiaro come sia potuto precipitare dal quinto piano il bambino di soli tre anni e mezzo a Catanzaro. La madre si trovava in casa al momento della caduta e pare sia attualmente sotto choc. In corso le indagini da parte degli agenti della Squadra Mobile, prontamente accorsi sul posto e che stanno raccogliendo attualmente tutti gli elementi utili per accertare la dinamica dell’accaduto. Secondo quanto riferito da LacNews24, la caduta sarebbe stata attutita dalle corde dei panni dell’appartamento al secondo piano che ha così frenato lo schianto al suolo del piccolo. A soccorrerlo sarebbe stato proprio l’inquilino del secondo piano che avrebbe avvertito il tonfo sui fili per il bucato. Il bambino è di nazionalità marocchina e pur essendo in gravi condizioni, secondo le ultimissime informazioni non sarebbe in pericolo di vita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA