Bistrot 23, Alessandro Borghese 4 ristoranti/ Sabaudia, una Cacio e Pepe rivista

- Matteo Fantozzi

Bistrot 23, Alessandro Borghese 4 ristoranti: a Sabaudia Andrea ci presenta un locale giovane ma molto legato alla tradizione, con piatti rivisitati come la sua cacio e pepe.

bistrot 23 2019 web
Bistrot 23, Alessandro Borghese 4 ristoranti

Bistro 23 sarà tra i protagonisti della puntata di oggi, 15 ottobre 2019 di Alessandro Borghese – 4 ristoranti. Il locale sarà giudicato da tre noti colleghi per location, menù, servizio e conto. Decisivi come al solito saranno i voti di Alessandro che potrà confermare o ribaltare il risultato anche grazie ai cinque punti assegnati per il piatto bonus. Al vincitore della trasmissione andranno 5mila euro da spendere per la propria attività. Il titolare è Andrea, 33enne e anche chef che lascia la sala alla compagna Marta. Il ristorante è stato aperto nel 2017 e deve il numero accanto al nome a una ricorrenza avvenuta all’interno della famiglia dei proprietari. Una scelta curiosa che dunque non c’entra nulla con la cucina in sé.

Bistrot 23, Alessandro Borghese 4 ristoranti: cosa si mangia?

Ma cosa si mangia al Bistrot 23? Lo scopriremo stasera ad Alessandro Borghese 4 ristoranti in onda su Sky Uno, ma è possibile anche avere delle piccole anticipazioni andando a scovare in giro per la rete. La cucina è affidata al proprietario e chef Andrea, 33 anni, che preferisce muoversi tra piatti genuini e legati alla tradizione. Questo però non gli impedisce di utilizzare in cucina anche il suo estro. Sono diversi infatti i piatti rivisitati come per esempio la cacio e pepe che prepara grazie a un bauletto di pasta cotta nel brodo di ombrina e ripiena di ricotta, parmigiano e pecorina. Il piatto viene servito poi su un carpaccio di ombrina.



© RIPRODUZIONE RISERVATA