Black Lives Matter: “Obbligo vaccino discrimina neri”/ Video rissa in ristorante Usa

- Andrea Murgia

Nel video la rissa a un ristorante Usa dove tre donne nere sono state arrestate per aver aggredito una hostess dopo la richiesta di avvenuta vaccinazione. Black Lives Matter protesta

Proteste BLM
Black Lives Matter, le proteste anti-razziste negli Usa (LaPresse, 2021)

I vaccini vengono visti da Black Lives Matter come uno strumento per discriminare i neri. Nel video la rissa al Carmine’s – un ristorante italiano nell’Upper West Side di Manhattan – dove tre donne nere del Texas sono state arrestate per aver aggredito una hostess dopo che ai membri del loro gruppo era stato negato l’ingresso perché non avevano la prova dell’avvenuta vaccinazione. La hostess è stata accusata dalle donne di aver usato parole razziste. Tutte le città degli Stati Uniti hanno iniziato a chiedere di esibire la prova dell’avvenuta vaccinazione per la maggior parte delle attività al chiuso alle persone di età pari o superiore a 12 anni.

Dopo questo fatto, un organizzatore di Black Lives Matter ha promesso una protesta nazionale sui certificati di vaccinazione Covid, affermando che sono “razzisti”, perché i neri hanno meno probabilità di aver fatto il vaccino. Secondo il Daily Mail, a New York il 38% è completamente immunizzato, contro il 49% dei bianchi. Chivona Newsome, co-fondatore di Black Lives Matter of Greater New York, ha dichiarato: “Stiamo mettendo in guardia questa città… I neri non staranno a guardare. Potreste vedere una protesta. E questa non è una minaccia. È una promessa“.

VIDEO, BLACK LIVES MATTER: “NON E’ PASSAPORTO PER IL RAZZISMO”

Chivona Newsome di Black Lives Matter si è unita a una protesta di 40 persone, visibile nel video, fuori da Carmine’s per la richiesta di vaccinazione Covid a tre donne nere e ha dichiarato: “Il 72% dei neri in questa città di età compresa tra 18 e 44 anni non è vaccinato. Quindi cosa fermerà la Gestapo, intendo la polizia di New York, dal radunare i neri, dal rapirli dal treno, dall’autobus? Il documento delle vaccinazioni non è un passaporto gratuito per il razzismo“.

Il proprietario del ristorante ha detto a ABC 7 : “Tre donne hanno brutalmente attaccato i nostri ospiti senza provocazione, sono state arrestate e accusate per la loro cattiva condotta e poi, negli ultimi giorni, il loro avvocato ha falsamente e grossolanamente smentito i loro atti di violenza sfrenata. I membri del mio team lavorano duramente per servire i nostri ospiti e per fare rispettare i requisiti di vaccinazione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA