Blitz contro la mafia foggiana: 52 arresti/ 200 poliziotti impiegati da nord a sud

Blitz delle forze dell’ordine: mafia foggiana decapitata con 52 arresti

omicidio cusano milanino
Carabinieri (LaPresse)

Maxi blitz delle forze dell’ordine nei confronti della mafia foggiana. Dalle prime ore di oggi, giovedì 6 giugno, sono in corso numerose perquisizioni e arresti nei confronti delle famiglie mafiose in particolare di San Severo e del foggiano, dal nord al sud della nostra penisola. Come riferito dai colleghi dell’edizione online di TgCom24, sarebbero precisamente 52 le persone finite in manette, sia nella provincia di Foggia, quanto in quelle di Napoli, Milano, Salerno, Rimini, Campobasso, Pescara, Chieti, Teramo, Ascoli Piceno e Fermo. All’operazione stanno partecipando più di 200 poliziotti, che stanno eseguendo un provvedimento cautelare emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Bari, su richiesta di quella Procura Distrettuale Antimafia. Coloro che sono finiti in manette sono accusati, a vario titolo, di reati gravissimi come associazione di tipo mafioso, estorsione, tentata estorsione, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, spaccio di droga, danneggiamento, reati in materia di armi, lesioni personali e tentato omicidio, aggravati dalle finalità mafiose.

BLITZ CONTRO LA MAFIA FOGGIANA: 52 ARRESTI

All’operazione stanno partecipando le Squadre Mobili di Foggia, Bari e del Servizio Centrale Operativo, supportate da 30 equipaggi dei Reparti Prevenzione Crimine. Alle ore 11:00 di questa mattina si terrà una conferenza stampa presso la corte d’appello di Bari, con la partecipazione del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, dei procuratori di Bari e Foggia Giuseppe Volpe e Ludovico Vaccaro, del direttore della Dac della Polizia Francesco Messina, del direttore dello Sco Fausto Lamparelli, e infine, del questore di Foggia Mario Della Cioppa, in cui verranno forniti tutti i dettagli su questo ennesimo maxi blitz delle nostre forze dell’ordine nei confronti della malavita organizzata. L’operazione è denominata “Ares”, e come detto sopra, ha come obiettivo quello di decapitare le famiglie mafiose del foggiano operanti non solo in Puglia ma anche nel resto della nostra penisola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA