BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 19 SETTEMBRE/ Ministero Salute: 1.638 casi e 24 morti

- Carmine Massimo Balsamo

Bollettino coronavirus Italia, gli aggiornamenti del Ministero della Salute al 19 settembre 2020: 1.638 casi e 24 morti, le ultime notizie sull’andamento dell’epidemia

bollettino coronavirus italia
Ministro della Salute Roberto Speranza e il viceministro Pierpaolo Sileri (LaPresse, 2020)

Diminuisce rispetto a ieri il numero dei nuovi casi di coronavirus in Italia. Secondo il nuovo bollettino diffuso dal Ministero della Salute, con i dati relativi alle ultime 24 ore, sono 1.638 i nuovi contagiati. Quindi, il totale dei casi di coronavirus certificati dall’inizio dell’epidemia sale a 296.569. Cresce invece il numero dei morti: sono 24 i decessi registrati nelle ultime 24 ore. Il numero totale delle vittime arriva a 35.692. Per quanto riguarda invece dimessi e guariti, se ne segnalano 909 nel bollettino odierno, pertanto nel complesso sono 217.716. Per quanto riguarda i ricoveri, ce ne sono 7 in meno, ma si registra un incremento di accessi in terapia intensiva: sono +7. Sono dunque 2.380 i ricoverati con sintomi, 215 i pazienti in terapia intensiva, 40.566 le persone in isolamento domiciliare. Il totale degli attualmente positivi sono 43.161. Il numero dei tamponi è stato superiore rispetto a ieri: 103.223 quelli processati. La Regione più colpita è la Lombardia con 243 casi, il Veneto a 186, meno del Lazio a 197. Solo due regioni a quota 0 casi: Abruzzo e Valle d’Aosta. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI NUOVO BOLLETTINO

Contagiati in netto rialzo, decessi in calo. Nell’ultimo bollettino coronavirus Italia reso noto dal Ministero della Salute sono stati registrati 1.907 casi positivi, in crescita rispetto ai 1.585 annotati nella giornata di giovedì. Il conto totale di infettati in Italia dall’inizio dell’epidemia è di 294.932 persone. Il rialzo più marcato è stato registrato in Lombardia (224), Campania (208), Lazio (193) e Sicilia (179). Solo in Basilicata nessun nuovo caso. Sono 10 i nuovi decessi per Covid-19, in ribasso rispetto ai 13 di giovedì: totale di 35.668 vittime dall’inizio dell’emergenza. In crescita, invece, il numero di dimessi: +853, totale di 216-807 persone. Oltre mille casi attivi in più rispetto a giovedì, +1.044, mentre c’è da registrare un calo di ricoverati in terapia intensiva, -4 per un totale di 208 pazienti. +39 i ricoverati negli altri reparti Covid, totale 2.387.

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA: LE ULTIME NOTIZIE

In attesa del bollettino coronavirus Italia di oggi, il monitoraggio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità ha messo in risalto che sono 2.397 i focolai attivi nel Paese. Un aumento di 698 focolai rispetto ad una settimana fa: «Focolai sono riportati nella quasi totalità delle province e tutte le Regioni e Province autonome hanno riportato almeno un nuovo focolaio nella settimana di monitoraggio». Da registrare importanti segnali di allerta legati ad un aumento della trasmissione locale del Covid-19, aggiungono Ministero e Iss, senza escludere lockdown circoscritti o altre forme di prescrizione. Esclusa una nuova chiusura totale, come evidenziato anche dal professor Matteo Bassetti ai microfoni di Adnkronos: «Arrivare a pensare solo lontanamente ad un lockdown è anacronistico. Valutiamo caso per caso, poi non lo chiamerei così ma rinforzo delle misure di contenimento. La chiusura totale di marzo-aprile non avverrà mai più, oggi l’Italia non è in pericolo: 200 persone in terapia intensiva su 50mila casi vuole dire 0,5% del totale di pazienti che hanno una malattia leggermente più grave».

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA: DATI 18 SETTEMBRE

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA