BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 27 GIUGNO/ +63 morti, +348 ricoverati

- Alessandro Nidi

Bollettino Coronavirus Italia, i dati del Ministero della Salute di oggi, lunedì 27 giugno 2022: la situazione aggiornata circa la pandemia di Covid-19

prenota il vaccino anti-covid
Vaccinazione anti-Covid nell'Ospedale Cardarelli di Napoli (LaPresse)

Alle ore 16.00 in punto è stato diramato il bollettino coronavirus del Ministero della Salute, con i dati sull’emergenza epidemiologica in Italia aggiornati ad oggi, lunedì 27 giugno 2022. Come reso noto dal dicastero guidato da Roberto Speranza, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 24.747 nuovi contagiati su oltre 100 mila test effettuati tra antigenici e molecolari. In lieve calo la percentuale di casi positivi sui tamponi processati: dal 24,5% di domenica al 24,3% di oggi.

Il bollettino coronavirus del Ministero della Salute ha reso noti 63 nuovi decessi, in rialzo rispetto a ieri: totale di 168.165 vittime di Covid-19 dall’inizio della pandemia. Ancora in rialzo il dato degli attuali positivi, ovvero i soggetti che hanno il virus: +5.411 rispetto a ieri. Buone notizie per quanto riguarda guariti e dimessi, +19.545 rispetto a domenica. Infine, la situazione dei ricoverati negli ospedali italiani: +7 pazienti in terapia intensiva (234) e +341 pazienti negli altri reparti Covid (5.873). (Aggiornamento di MB)

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE, GLI AGGIORNAMENTI DI IERI

Quest’oggi, lunedì 27 giugno 2022, è stato divulgato il nuovo bollettino Coronavirus Italia, che, per effetto dei dati raccolti e analizzati dal Ministero della Salute, permette di beneficiare del quadro della situazione puntuale e aggiornato circa l’evoluzione della pandemia di Covid-19 nel nostro Paese, a cominciare dai nuovi contagi del giorno e dalla pressione esercitata dai positivi sulle strutture ospedaliere. Volgendo lo sguardo al bollettino Coronavirus Italia di ieri, si osserva che sono stati 48.456 i nuovi contagiati, a fronte di 191.788 tamponi processati fra molecolari e antigenici, per un tasso di positività attestatosi al 25,3%.

Per ciò che concerne i morti, essi sono stati 44, per un totale di 168.102 vittime dall’inizio dell’emergenza sanitaria connessa al SARS-CoV-2 (febbraio 2020) sino ad oggi. I guariti, invece, sono stati 19.320 in appena ventiquattro ore. Concludendo con la questione ospedali, sono segnalati attualmente in crescita i ricoveri nelle terapie intensive (+2) e negli altri reparti ospedalieri (+190).

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA, LE PAROLE DI ROBERTO SPERANZA

In attesa del nuovo bollettino Coronavirus Italia, nell’ambito di un’intervista concessa a “La Repubblica” Franco Locatelli, oncoematologo al “Bambin Gesù” e presidente del Consiglio superiore di sanità, ha asserito: “A differenza degli scorsi due anni, siamo in una fase in cui è netto e consolidato l’incremento della circolazione virale, dovuto a due fattori. Abbiamo delle varianti con indici di contagiosità altissimi, a livello del morbillo, come Omicron Ba4 e Ba5 che oggi rappresentano già abbondantemente più del 50% dei ceppi virali identificati nel Paese. Il secondo fattore nasce dall’abbandono di gran parte delle misure non farmacologiche di contenimento”.

Le mascherine vanno indossate in ambiti diversi dai trasporti? “No e ne sono profondamente convinto. Lo ha detto anche il ministro Roberto Speranza. Ora deve entrare in gioco la responsabilità individuale. Le mascherine vanno usate quando ci sono rischi di contagio. Nel lavoro privato, invece, la valutazione è stata dei colleghi del Ministero alla Salute. Non vedo motivi per differenziare i comportamenti nei due settori. Chiaro poi che bisogna valutare il tipo di lavoro, dove viene svolto e con chi, facendo grande attenzione ai fragili”, ha concluso Locatelli.





© RIPRODUZIONE RISERVATA