BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 19 AGOSTO/Dati: +2.762 nuovi contagi, 22 morti

- Lorenzo Drigo

Bollettino Coronavirus Lombardia, i dati di venerdì 19 agosto 2022: tutti gli aggiornamenti da parte del Ministero della Salute e della Regione

Attilio Fontana, Lombardia
Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia (LaPresse, 2021)

Sono stati resi pubblici i dati contenuti nel bollettino Covid della Regione Lombardia per la giornata di oggi, venerdì 19 agosto 2022. In linea con l’andamento nazionale, dopo il leggero aumento del tasso di positività registrato nei giorni scorsi, nelle ultime 24 ore si assiste a una situazione di sostanziale stazionarietà. A fronte di 19.720 tamponi processati, tra antigenici e molecolari, sono infatti stati individuati 2.762 casi di positività in Lombardia, per un tasso di positività pari quindi al 14%. Per confronto, basti considerare che ieri era pari al 13,9%.

Anche oggi si sono purtroppo registrati 22 decessi, che portano il totale a 42.036 morti in Lombardia da quando si è diffuso il Coronavirus nella Regione. La situazione degli ospedali continua a lanciare segnali positivi, mentre si alleggerisce la pressione sulla sanità. Nonostante nelle ultime 24 ore sia entrata 1 persona in più in terapia intensiva, 39 pazienti sono stati dimessi dai reparti ordinari. Passiamo ora ad analizzare la distribuzione dei contagi per Provincia, dove si conferma in testa ancora una volta Milano con 690 nuovi positivi, di cui 255 a Milano città. Seguono poi Brescia (423), Bergamo (278), Varese (233), Mantova (221), Monza e Brianza (206), Como (152), Pavia (150), Cremona (136), Lodi (66), Lecco (64) e Sondrio (63) e (agg. Marta Duò)

IL BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA DI IERI

Dopo una giornata di mercoledì piuttosto difficile per il bollettino coronavirus della Lombardia, nella giornata di ieri i dati sembravano essere tornati sotto controllo. Si dovrà attendere fino alle 17 di oggi per scoprire se i dati di oggi, venerdì 19 agosto, confermino il trend di discesa della giornata di ieri, oppure se sia ora di puntare nuovamente i riflettori sui contagi all’interno della regione. Mentre aspettiamo l’aggiornamento, recuperiamo i dati pubblicati nel bollettino coronavirus di ieri.

Nella giornata di giovedì i contagi registrati sono stati 3.029 a fronte di 21.769 tamponi processati in 24 ore. Il tasso di positività era sceso a quota 13,9%, con un decremento di 0,5 punti percentuali rispetto a mercoledì (che era schizzato al 14,4%). I decessi registrati dal bollettino coronavirus della Lombardia di ieri sono stati purtroppo 16. Positivamente in calo la pressione ospedaliera, che ha visto –7 ricoveri sia in terapia intensiva che nei reparti ordinari. Sempre in testa per numero di contagi, la provincia di Milano con 808 casi, seguita da Brescia (445) e da Varese (266).

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: IN CINA TEST POSITIVITÀ AI PESCI

Mentre il bollettino coronavirus della Lombardia, ma anche quello nazionale, sembra lasciar ben sperare per la situazione pandemica nel nostro paese, la Cina sembra procedere in una direzione diversa. Fin dall’inizio del coronavirus la strategia cinese è stata quella di “tolleranza zero” nei confronti dei positivi. Ancora oggi, chi viaggia in Cina, deve sottoporsi ad una quarantena di 7 giorni, ai quali se ne aggiungono altri 3 di osservazione. In molte città per partecipare a qualsiasi evento pubblico, ma anche prima di entrare in un negozio è necessario presentare un tampone negativo.

L’assurdo, però, è la regolamentazione del traffico ittico, che prevede un tampone ai pescatori che rientrano nel porto, ed un tampone a tutto il pescato della giornata. Non è chiaro cosa succederà ai pesci nel caso risultassero positivi, ma un portavoce del governo, citato da Adnkronos, ha spiegato le motivazioni dietro a questa decisione. Nonostante i controlli stingenti, infatti, il covid continua a correre in Cina e si suppone che possa essere collegato ai pescatori che, al largo, entrano in contatto con i colleghi stranieri.





© RIPRODUZIONE RISERVATA