BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA/ Video conferenza stampa: +21 morti, +98 casi

- Davide Giancristofaro Alberti

Coronavirus, il bollettino della Lombardia di oggi, giovedì 2 luglio 2020: le ultime notizie su morti, contagiati e guariti. La conferenza stampa dal Pirellone

allarme bomba regione lombardia
La sede della Regione Lombardia (LaPresse)

Non arrivano delle buone notizie dal bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, giovedì 2 luglio 2020. Come reso noto dalla Regione, nelle ultime 24 ore sono stati registrati +21 morti e +98 casi positivi. Bilancio totale di decessi salito a 16.671, mentre per quanto riguarda i nuovi contagiati, 36 sono debolmente positivi e 30 sono stati individuati grazie al test sierologico. Stabile il numero dei ricoverati in terapia intensiva (41), in calo di 36 unità quello dei ricoverati negli altri reparti Covid (241). +188 tra guariti e dimessi rispetto a ieri, totale di 67.610. Qui di seguito la slide e la conferenza stampa da Regione Lombardia con l’assessore regionale al Turismo, Marketing territoriale e Moda Lara Magoni sulle straordinarie opportunità offerte dalle montagne lombarde in ambito turistico. In collegamento l’alpinista Simone Moro. (Aggiornamento di MB)

 

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: DATI 1 LUGLIO

E’ atteso nella giornata odierna il nuovo bollettino sull’epidemia di coronavirus in Lombardia, con la relativa conferenza stampa in diretta video. Anche oggi, giovedì 2 luglio, scopriremo assieme quanti sono i nuovi guariti, gli infetti e le nuove eventuali vittime. I numeri di ieri confermano un virus in ritirata anche nella regione che è stata maggiormente colpita dal ciclone covid, con 109 casi registrati nelle ultime 24 ore, di cui 49 scoperti dopo i test sierologici e altri 31 debolmente positivi. Sei invece le vittime in più, per un totale di 16.650 da quando è scoppiata l’emergenza, mentre il numero di pazienti guariti o dimessi è cresciuto di 225 unità, per un bilancio aggiornato a quota 67.422. In terapia intensiva permangono 41 pazienti, uno in meno rispetto al giorno prima, mentre le persone che sono ricoverate in altri reparti sono scese di 20 unità, al momento 277. La provincia di Bergamo è quella più infetta, con 22 casi totali, stessi numeri di Mantova, con Milano a quota 21 e Brescia a 18.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, SALA: “NON SAPPIAMO SE TUTTE LE SCELTE SIANO STATE CORRETTE”

Bene Sondrio a zero contatti, mentre Varese, Como e Pavia ne hanno registrato solo uno in più. “Siamo stati violentemente colpiti dalla pandemia – le parole di Fabrizio Sala, vicepresidente della regione Lombardia – in questo periodo abbiamo dovuto prendere delle decisioni avendo diversi pareri scientifici. Ancora adesso non sappiamo se tutte le scelte sono state fatte in modo corretto e credo che sarà la storia a dircelo. In questo periodo si sono sviluppate alcune attività particolari. Molto si è sviluppato nel campo della connessione, della comunicazione, dello smart working. Molto resterà anche dopo il Covid, e mi riferisco a quelle cose che hanno portato benessere a tutti i lavoratori”. Parole che giungono quasi in risposta alle dichiarazioni del dottor Poidomani, medico di famiglia di Cividate al Piano, nella bergamasca, ammalatosi di covid durante il picco: “La Regione Lombardia è stata capace di ignorare l’allarme arrivato dal territorio perdendo almeno 45 giorni preziosi per contenere l’epidemia – la denuncia a IlMessaggero – ha avuto un atteggiamento indolente sia nei confronti delle circolari dell’Oms, sia delle contromisure da mettere in campo. C’era un piano pandemico, ma solo sulla carta proprio a causa dell’inerzia. E questo ha causato migliaia di morti”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 1 LUGLIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA