LOMBARDIA, BOLLETTINO CORONAVIRUS 14 SETTEMBRE/ +2 morti, aumentano ricoverati

- Niccolò Magnani

Bollettino coronavirus di Regione Lombardia, i dati di oggi 14 settembre: primo giorno di scuola, novità in arrivo con test rapidi. Contagi, ricoveri e vittime

bollettino coronavirus lombardia
Giulio Gallera, assessore Welfare Regione Lombardia (LaPresse, 2020)

Pochi istanti fa è stato reso noto il bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, lunedì 14 settembre 2020. C’è da registrare un calo deciso di casi positivi, 125 in più rispetto a ieri, ma c’è anche da annotare un drastico calo di tamponi processati (5 mila in meno). Di questi 125 nuovi contagiati, 12 sono debolmente positivi e 4 sono stati individuati a seguito di test sierologici. Nessun infettato nelle province di Cremona, Lodi, Mantova, Pavia e Sondrio, mentre la provincia di Milano si conferma come la più colpita con 44 nuovi casi. In rialzo il dato dei guariti, +64 nelle ultime 24 ore per un totale di 77.715, mentre purtroppo bisogna registrare 2 nuovi decessi: totale di 16.901 vittime per Covid-19. Infine, da rilevare un rialzo di ricoverati: stabile il dato delle terapie intensiva (28), +10 pazienti negli altri reparti Covid (262). (Aggiornamento di MB)

 

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA: DATI 13 SETTEMBRE

È il primo giorno di scuola anche in Lombardia, la terra più devastata dal coronavirus nei lunghi mesi della pandemia: il bollettino Covid-19 offerto oggi pomeriggio da Regione Lombardia darà gli ultimi aggiornamenti in termini epidemiologici sull’attuale situazione della pandemia, ma intanto milioni di studenti ricominciano ad assaporare un “filo” di normalità in un anno, il 2020, che finora ha rappresentato sole incognite e che ancora non si arrende all’emergenza. I dati visti ieri nel bollettino domenicale hanno segnalato ancora 265 nuovi positivi riscontrati con 12.844 tamponi tra sabato e domenica: si registrano 29 debolmente positivi, 5 a seguito di test sierologici, 40 guariti-dimessi, purtroppo anche 3 vittime in 24 ore. In termini assoluti, da inizio pandemia la Lombardia ha visto positivi ufficiali al coronavirus ben 103.339 cittadini: di questi, 8.789 ancora attualmente contagiati, 8.789 le persone in isolamento domiciliare, 77.651 i guariti, 16.899 i morti positivi al Covid. Sul fronte ospedaliero, sono 28 le terapie intensive occupate (+1) e 252 i ricoverati nei reparti coronavirus (+1): infine, il bollettino di ieri mostra la provincia di Milano come la peggiore per numero di nuovi contagi (+88, 47 nella sola città) segue Monza e Brianza con 34, Como con 29, Brescia con 27, Bergamo 18, Varese 12, Pavia 12, Cremona e Lodi 8, Mantova 7, Sondrio e Lecco 2.

CORONAVIRUS LOMBARDIA: IN ARRIVO I TEST RAPIDI

Nell’attesa del nuovo bollettino di oggi 14 settembre 2020, con l’inizio della scuola che inevitabilmente porterà nelle prossime settimane una maggiore circolazione del coronavirus, sono in arrivo novità su tracciamento e test per individuare quanto prima eventuali focolai e ridurre così il rischio di “seconda ondata”. «In Lombardia sono in arrivo 1,2 milioni di test rapidi per il Covid che serviranno per la ripresa della scuola e per le categorie a rischio come medici e infermieri», lo spiega l’assessore alla Sanità di Regione Lombardia Giulio Gallera in una doppia intervista alla Provincia di Como e all’Eco di Bergamo. «La quarantena a scuola scatta – ha sottolineato ancora il n.1 della Sanità lombardia – per i contatti diretti (familiari e compagni di classe) quando c’è un caso positivo conclamato. Cioè non basta l’automatismo febbre o qualche sintomo uguale Covid, serve la valutazione del pediatra e soprattutto del tampone». La Lombardia assieme a Veneto ed Emilia Romagna ha partecipata una gara pubblica per individuare i nuovi test rapidi «nonostante l’affidabilità sia ancora abbastanza bassa, all’85%», conclude Gallera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA