BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 21 GENNAIO/ +121 morti, tasso positività in ribasso

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia, dati 21 gennaio2022: nella giornata di ieri sono emersi in regione altri 33.676 casi di positività. Gli ultimi aggiornamenti

Bertolaso e Moratti
Guido Bertolaso e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

Importanti novità dal bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, venerdì 21 gennaio 2022. Come reso noto dal Pirellone, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 32.677 nuovi casi positivi su oltre 202 mila tamponi processati. La provincia più colpita resta quella di Milano con 9.941 nuovi infettati. Poi, rispettivamente a quota 4.187 e 4.026, le province di Brescia e di Bergamo.

Il bollettino coronavirus della Lombardia odierno segnala il ribasso della percentuale dei positivi sui tamponi effettuati: dal 21,9% di ieri al 16,1% di venerdì. Purtroppo sono stati annotati 121 nuovi decessi. Totale di 36.378 vittime di Covid-19 dall’inizio della pandemia. Diminuiscono i ricoverati negli ospedali regionali: +5 pazienti in terapia intensiva (276) e -216 pazienti negli altri reparti Covid (3.503). (Aggiornamento di MB)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, GLI AGGIORNAMENTI DI IERI

Ecco il bollettino coronavirus della regione Lombardia aggiornato alla data odierna, venerdì 21 gennaio 2022. Oggi verranno comunicati i cambi colori delle regioni ma per la Lombardia non dovrebbero esservi sorprese, in quanto resterà per un’altra settimana in zona gialla. Lo spettro dell’arancione sembrerebbe quindi nuovamente lontano, alla luce dei numeri in leggero miglioramento nell’ultima settimana e anche del fatto che la regione è riuscita ad “aprire” altri posti letto da destinare alle terapie intensive.

In attesa dell’ufficialità rivediamo il bollettino di ieri quando i nuovi contagiati sono stati in totale 33.676 su 153.143 tamponi analizzati, sia molecolari quanto antigenici rapidi. Il tasso di positività è stato invece pari al 21.9 per cento, in forte rialzo rispetto a ieri (16.3%), mentre il numero di morti nelle scorse 24 ore è stato pari a 131 decessi, per un totale di 36.257 vittime da coronavirus dal 20 febbraio 2020 ad oggi. E’ doppio l’incremento di posti letto occupati negli ospedali, leggasi +6 in terapia intensiva, e 41 in area medica, mentre a Milano e provincia sono stati rilevati altri 9.644 nuovi contagiati.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 21 GENNAIO: IL COMMENTO DI BEPPE SALA

E della pandemia di covid ne ha parlato ieri anche il sindaco di Milano, Beppe Sala, intervenendo a margine dell’inaugurazione di un nuovo negozio di Lidl in quel del capoluogo lombardo. Come si legge sul quotidiano free press Leggo, Sala ha denunciato i problemi, non soltanto economici e sanitari provocati dal covid in questi quasi due anni: «Questa pandemia ormai sta creando problemi sociali straordinari. Sto vedendo le decisioni che sta prendendo Boris Johnson, che probabilmente si sta prendendo anche i rischi. Ma mi chiedo anche se il nostro posizionamento molto molto prudente possa essere tenuto a lungo».

Secondo Sala, quindi, bisognerebbe provare a convivere con il virus, cercando un compromesso senza dover chiudere ancora attività: «Continuare a tenere chiuse le discoteche, i live club eccetera, non è che poi i ragazzi stanno in casa, ma se ne vanno in giro, più o meno giustamente ritengo molto difficile continuare a gestire questa situazione».





© RIPRODUZIONE RISERVATA