BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 22 FEBBRAIO/ Aumentano i ricoverati (+90)

- Davide Giancristofaro Alberti

Facciamo il punto sulla pandemia di covid in Lombardia con il nuovo bollettino coronavirus aggiornato ad oggi, lunedì 22 febbraio: ecco gli ultimi dati

lombardia vaccini
Piano vaccini Lombardia: Guido Bertolaso, Attilio Fontana e Letizia Moratti (LaPresse, 2021)

Sono stati diramati pochi minuti fa i dati che compongono il bollettino Coronavirus Lombardia di oggi, lunedì 22 febbraio 2021. A fronte di 17.871 tamponi effettuati (di cui 15.319 molecolari e 2.552 antigenici, per un totale complessivo di 6.382.898 test fin qui eseguiti sul territorio regionale), sono 1.491 i nuovi positivi (dei quali 53 “debolmente positivi”). I nuovi guariti/dimessi sono 3.122 (totale complessivo da inizio pandemia: 499.299), con una fondamentale distinzione: i guariti sono 495.828, i dimessi poco meno di 3.500, per l’esattezza 3.471.

Come accaduto a livello nazionale, anche sul suo lombardo sono aumentati i ricoveri nelle ultime ventiquattro ore (+90); di questi, 85 si sono registrati nei reparti ospedalieri (3.826 il totale) e cinque in terapia intensiva (391 degenti complessivi). I morti in Lombardia nell’ultima giornata sono stati 45 e, da un anno a questa parte, hanno raggiunto quota 28.103. Fra le province, la più colpita rimane quella di Milano (509 nuovi casi, di cui 184 a Milano città), seguita da Brescia (427), Bergamo (186), Monza e Brianza (109), Lecco (48), Pavia (40), Mantova e Varese (34), Cremona (31), Lodi (19), Como (18) e Sondrio (0). (aggiornamento di Alessandro Nidi)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA DI IERI, DOMENICA 21 FEBBRAIO 2021

È atteso come sempre nel tardo pomeriggio il nuovo bollettino coronavirus della Lombardia, il report di oggi, lunedì 22 febbraio 2021, in cui scopriremo quanti sono stati i nuovi casi, i tamponi processati, i morti, e la situazione ricoveri negli ospedali. La regione di Fontana è stata confermata in giallo anche per questa settimana ma i suoi numeri stanno facendo preoccupare, in quanto da circa sette giorni a questa parte hanno iniziato ad alzarsi in maniera pericolosa. Ieri sono stati scoperti altri 2.514 casi su 33.148 tamponi analizzati, con un tasso di positività che è schizzato al 7.5%, più di 2.5 punti sopra la media nazionale.

Continua ad essere alto anche il numero delle vittime, altre 50, per un totale da inizio pandemia pari a 28.058 decessi causa covid in regione. Altro dato che deve far riflettere è quello relativo ai ricoveri ospedalieri, con 4 casi in più in terapia intensiva (totale 386), e 19 nei reparti di degenza normale, dove al momento sono ricoverate 3.714 persone. Inoltre c’è la questione Brescia, che è sempre il focolaio lombardo, con 704 nuovi casi, davanti a Milano con 649; segue Monza e Brianza con 279 e Bergamo con 184.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 22 FEBBRAIO: L’APPELLO DI FONTANA E MORATTI

Nel frattempo prosegue la campagna di vaccinazione, e ieri sono state sottoposte al siero altre 9.053 persone, di cui 3.009 anziani. Il problema principale resta però la consegna delle dosi di vaccino, come ha fatto sapere l’assessore al welfare nonché vicepresidente regionale, Letizia Moratti, intervenuta ieri: “Il nostro obiettivo è vaccinare tutti entro giugno – le sue parole riportate da Repubblica – se ci diminuiscono le forniture sarà difficile mantenere questo impegno: abbiamo bisogno di accelerare e vaccinare il più possibile. Noi siamo pronti ma abbiamo bisogno di più vaccini”. La Moratti ha parlato anche della curva dei contagi in aumento: “Non dobbiamo abbassare la guardia. È un momento delicato e dobbiamo chiedere ai cittadini un comportamento responsabile”. Infine, sulla questione vaccini è intervenuto anche il governatore Fontana: “Il fatto che AstraZeneca abbia ridotto ulteriormente l’invio delle dosi è inaccettabile. Lancio un appello a Draghi per intervenire con la sua autorevolezza e tutelare le necessità del nostro Paese”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA