BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 26 FEBBRAIO/ 4557 casi 48 morti, Milano e Brescia…

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Lombardia di oggi, venerdì 26 febbraio 2021, dati pandemia covid in regione: +4.557 casi e 48 morti, boom contagi Milano e Brescia

lombardia zona rossa
Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia (LaPresse, 2021)

Continua a salire il numero dei casi di coronavirus nella Regione Lombardia e il tasso di positività. Il nuovo bollettino regionale evidenzia 4.557 nuovi positivi (di cui 186 debolmente positivi) a fronte di 46.725 tamponi effettuati (di cui 34.454 molecolari e 12.271 antigenici), quindi il tasso di positività sale al 9,7%. I guariti/dimessi invece sono 1.071, in totale 505.819 (di cui 3.786 dimessi e 502.033 guariti). I morti purtroppo sono 48, che portano il totale a 28.275 dall’inizio della pandemia. Il totale dei casi invece sale a 595.361, pertanto gli attualmente positivi sono 61.267, di cui 56.817 in isolamento domiciliare, 4.034 ricoverati con sintomi (+10) e 416 in terapia intensiva (+9), con 38 ingressi solo oggi.

Regione Lombardia nel bollettino fornisce anche i nuovi casi per provincia. Si conferma l’allarme a Milano e Brescia. Milano: 1.145 di cui 457 a Milano città. Bergamo: 358. Brescia: 918. Como: 289. Cremona: 149. Lecco: 197. Lodi: 51. Mantova: 180. Monza e Brianza: 505. Pavia: 220. Sondrio: 78. Varese: 365. (agg. di Silvana Palazzo)

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 26 FEBBRAIO

Anche oggi, venerdì 26 febbraio 2021, verrà comunicato il nuovo bollettino coronavirus della Lombardia. L’appuntamento è fissato come sempre al tardo pomeriggio, indicativamente attorno alle ore 17:30, quando la regione comunicherà gli ultimi dati aggiornati sul contagio, a cominciare da quelli più significativi, leggasi nuovi casi, nuovi morti e nuovi ricoverati. Prima di analizzare nel dettaglio gli ultimi aggiornamenti, rivediamo brevemente il report di ieri, quando i dati sono schizzati alle stelle, sfondando quota 4.000 nuovi contagi, per l’esattezza 4.243.

Nella sola Milano e provincia sono emersi ben 1.072 casi, ma ancora una volta e Brescia a preoccupare, tenendo conto che i contagi rilevati sono stati 973. Al terzo posto invece Monza e Brianza, ma con 356 nuovi contagi. Schizzano i dati e si innalza in maniera preoccupante anche il tasso di positività, che ha raggiunto quota 8.2%. In terapia intensiva si segnala un paziente in più, mentre negli altri reparti l’incremento è stato di 78.

CORONAVIRUS LOMBARDIA: ZONA ARANCIONE?

Intanto nella giornata di oggi si scoprirà quale sarà il colore della regione Lombardia per la prossima settimana, e la sensazione circolante è che si possa passare dall’attuale giallo ad una situazione più grave, quindi arancione. I contagi sono aumentati sensibilmente negli ultimi tempi, e soprattutto, preoccupa il focolaio di Brescia, dove una serie di comuni della provincia sono entrati in zona arancione rafforzato a causa di un’esplosione dei contagi (si calcola che circa un quarto dei ricoverati per covid lombardi sono bresciani). «A Brescia esiste una terza ondata. Dobbiamo intervenire immediatamente», ha detto a riguardo Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale in Lombardia. Se poi prendiamo in considerazione anche le mini zone rosse, a cominciare dal comune di Bollate, nel milanese, è probabile che alla fine la Lombardia sia costretta ad almeno due settimane di arancione. Ricordiamo che nella fascia a medio rischio i ristoranti e i bari non potranno aprire al pubblico, e saranno costretti a fare solo servizio da asporto o consegna.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA 25 FEBBRAIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA