BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 24 SETTEMBRE/ Dati Ministero Salute: 1786 casi 23 morti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia, i dati del 24 settembre 2020 forniti dal Ministero della Salute: 1786 casi e 23 morti, 1097 guariti e +2 in terapia intensiva

coronavirus tamponi milano lapresse1280 640x300
Prelievo di tamponi a Milano (LaPresse)

Continua a salire il numero dei contagi di coronavirus in Italia. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 1.786 casi secondo il bollettino diffuso oggi dal Ministero della Salute. Invece i morti sono 23. Sale a 1.097 il numero dei dimessi/guariti. Significativo anche il dato dei ricoveri: ce ne sono +73, mentre si registrano altri due accessi nelle terapie intensive. Per quanto riguarda i tamponi, ne sono stati processati 108.019. Il totale dei casi di coronavirus certificati dall’inizio dell’epidemia sale a 304.323, sono 35.781 i deceduti, 221.762 invece i dimessi-guariti. Di conseguenza, le persone attualmente positive al coronavirus sono 46.780. Di queste, 2.731 sono ricoverate con sintomi, 246 sono ricoverate in terapia intensiva, in 43.803 sono in isolamento domiciliare. La regione più colpita oggi è il Veneto con 248 casi, poi il Lazio con 230 contagiati, quindi la Lombardia a quota 229. La Regione Sicilia comunica che dei 125 nuovi casi positivi di oggi, 2 sono migranti ospiti presso l’hotspot di Lampedusa. La Regione Calabria invece comunica che dei 9 nuovi casi positivi di oggi, 3 sono migranti. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI NUOVO BOLLETTINO

E’ giovedì 24 settembre e anche questa sera, come da prassi, il ministero della salute emetterà il nuovo bollettino contenente gli ultimi dati circa l’epidemia di coronavirus. Nella giornata di ieri i numeri sono stati in linea con la media dell’ultimo mese, con 1.640 nuovi infetti riscontrati, a fronte di ben 103.696 tamponi effettuati, il record assoluto da quando è scoppiata la pandemia, lo scorso 21 febbraio. Sono purtroppo cresciute le vittime, che nelle precedenti 24 ore sono state 20. Per quanto riguarda le terapie intensive, il nuovo dato racconta di 244 pazienti (+5 rispetto a 24 ore precedenti), mentre i guariti sono stati 995 per un totale di 220.665 da quando è scoppiata l’emergenza. La Valle d’Aosta è stata la regione con meno casi in assoluto, solo due, con il Molise a 3. Di contro la Campania ha fatto registrare il record di ieri con ben 248 nuovi infetti, seguita dalla Lombardia a quota 196, con il Lazio a 195. Al momento sono 46.114 le persone con il covid-19 in Italia, ma di questi sono ricoverati solamente 2.658, mentre ben 43.212 si trovano in isolamento domiciliare, in quarantena fiduciaria presso la propria abitazione.

BOLLETTINO CORONAVIRUS, FAUCI: “PRIMA DI NATALE 2021…”

L’epidemia non accenna quindi a scemare e in molti si domandano quando si potrà tornare ad una vita normale. Ha provato a dare una risposta il virologo americano Anthony Fauci, a capo della task force della Casa Bianca contro il covid-19, che intervistato in data 23 settembre dai microfoni di Repubblica ha spiegato: “Ora facciamo i bravi, ma il ritorno alla normalità non avverrà prima di Natale 2021, e solo in alcune aree del mondo, a livello globale ci vorranno quattro anni”. Ci vorrà ancora molto tempo ma secondo Fauci alla fine il virus sarà sconfitto, grazie anche al vaccino: “Ce la faremo. E lo faremo grazie a una combinazione di vaccini sicuri ed efficaci e di politiche sanitarie adeguate”. Ma quando sarà disponibile la cura? “Dipende da una serie di fattori – ha replicato a tale domanda Fauci – primo di tutti, il vaccino e la sua efficacia: lo avremo rapidamente e sarà distribuito nel corso del 2021. Quindi: se le persone continueranno a comportarsi in modo adeguato e saranno vaccinate, da qui a un anno cominceremo a esserne fuori. Magari non del tutto e in tutto il mondo: questo non potrà accadere prima di quattro anni. Ma sì, ne andremo fuori”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO DELLA SALUTE DEL 23 SETTEMBRE



© RIPRODUZIONE RISERVATA