CORONAVIRUS ITALIA, BOLLETTINO 16 FEBBRAIO/ Ministero Salute: 336 morti, 10.386 casi

- Davide Giancristofaro Alberti

Nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, tutti i dati aggiornati ad oggi, martedì 16 febbraio in Italia: 336 morti, 10.386 casi, cala il tasso di positività

coronavirus covid italia 13 lapresse1280 640x300
Terapia intensiva (LaPresse)

La media nazionale resta la medesima anche nel nuovo bollettino coronavirus redatto dal Ministero della Salute, in attesa che gli allarmi gettati in questi giorni sulle varianti possano avere (si spera ovviamente di no) conseguenze più drammatiche nelle prossime settimane. Sono da registrare ancora 336 morti positivi al Covid-19, quota che sale a 94.171 da inizio pandemia: il tasso di positività cala dello 0,3% dopo gli ultimi 274.019 tamponi-test rapidi processati in 24 ore. Tra lunedì e martedì sono 10.386 le persone contagiate dal coronavirus, mentre sono 14.444 i guariti-dimessi dagli ospedali: al momento sono 393.686 gli italiani infetti da Covid-19, un calo di 4.412 unità rispetto a ieri.

In isolamento domiciliare al momento sono relegati 373.149 persone con pochi o zero sintomi, mentre in terapia intensiva il numero dei posti occupati cala di 15 unità e si ferma a quota 2.074, con 154 nuovi ingressi giornalieri da tutta Italia: il numero dei ricoveri invece scende di 52 unità fino a 18.463 posti occupati nelle corsie d’ospedale. La Lombardia presenta 1.696 nuovi contagi in 24 ore, segue Campania con 1.135, Emilia Romagna 968 e 771 dal Piemonte. Con la mattina di oggi 16 febbraio il Ministero della Salute ha annunciato di aver superata la quota di 3 milioni di vaccinati in tutto il Paese, per la precisione 3.078.653 vaccinazioni totali da inizio 2021 ad oggi. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Anche per oggi, martedì 16 febbraio 2021, verrà comunicato il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, quello con tutti gli aggiornamenti in merito ai contagi, alle vittime, e alla situazione ospedaliera. Prima dell’ultimo report andiamo a rivedere gli ultimi aggiornamenti, i dati di ieri, che come da copione, essendo lunedì, sono risultati in ribasso. I casi scoperti sono stati infatti 7.351 a fronte di 179.278 fra tamponi molecolari e antigenici, con un tasso di positività che è un po’ a sorpresa è sceso di oltre un punto percentuale, passando dal 5.3% di domenica al 4.1 di ieri (di solito il lunedì tende sempre a salire visti i pochi test elaborati).

Ancora alto invece il numero delle vittime, ieri 258 contro le 221 di 48 ore fa, mentre la buona notizia giunge dai positivi totali al covid, che scendono dopo mesi, dal 2 novembre scorso di preciso, sotto i 400mila, precisamente 398.098 (-4.685). In merito alla situazione ospedaliera, sono 2.089 i pazienti in terapia intensiva (+4), mentre i ricoverati in degenza normale sono 18.515 (+66).

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 16 FEBBRAIO, POLEMICA DI MARSILIO

Intanto non si placa la polemica verso il governo dopo la decisione dell’ultimo minuto di bloccare la riapertura degli impianti sciistici. Il governatore della regione Abruzzo, Marsilio, colloquiando con SkyTg24, ha spiegato: “Speranza fino a sabato non aveva poteri, è l’effetto collaterale di una crisi irresponsabile. Sabato ha potuto ascoltare i suggerimenti dei suoi consulenti e assumere le sue decisioni. Penso che decidere dalla notte alla mattina sia sbagliato e ingiustificabile perché durante la notte non è caduto un asteroide. C’è una pandemia in corso da un anno, c’è una scadenza più volte rinviata e ogni volta che si rinvia si è prodotto un danno perché tutte le volte è arrivato a poche ore dalla scadenza”. Numerosi coloro che hanno puntato il dito nei confronti del ministro Speranza, accusato di decidere spesso e volentieri troppo tardivamente.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 15 FEBBRAIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA