BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 22 SETTEMBRE/ Ministero Salute: +67 morti e 3.970 casi

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia, i dati del Ministero della Salute di oggi 22 settembre 2021: +67 morti e 3.970 casi, tasso di positività all’1,4%

vaccino obbligatorio sanofi buono bordello vaccinati
Vaccinazione anti-Covid nell'Ospedale Cardarelli di Napoli (LaPresse)

Con il nuovo bollettino sul coronavirus in Italia diffuso dal Ministero della Salute il tasso di positività Covid sale all’1,4%, crescendo di 0,3 punti percentuali rispetto a ieri. Ciò perché sono stati riscontrati 3.970 contagiati a fronte di 292.872 tamponi, mentre dall’inizio della pandemia sono 4.645.853. Per quanto riguarda le vittime, il numero è in leggero calo: sono 67 i morti registrati nelle ultime 24 ore, 130.488 in totale. Passiamo ai guariti, che salgono di 6.850 unità. Quindi, sono 4.408.806 in tutto. Di conseguenza, vi sono 106.559 persone in Italia attualmente positive al coronavirus, di cui 102.250 in isolamento domiciliare.

Invece 3.796 si trovano in ospedale ricoverati con sintomi nelle aree mediche Covid (-141), 513 in terapia intensiva (-3) dove si registrano 40 ingressi giornalieri. Per quanto concerne la ripartizione dei casi per regioni, si segnalano 509 casi in Veneto, 450 in Lombardia, 414 in Sicilia365 in Campania, 325 invece in Toscana. Solo due in Valle d’Aosta. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI NUOVO BOLLETTINO

Scopriamo il bollettino coronavirus del ministero della salute di oggi, mercoledì 22 settembre 2021, terzo giorno di questa nuova settimana del mese. Alle ore 17:30 circa verrà comunicato da parte del dicastero preposto, il nuovo report che ci permetterà di scoprire come sta evolvendo la curva pandemica. In attesa di tutti gli ultimi dati aggiornati, andiamo a rivedere brevemente le cifre di ieri, il bollettino di martedì 21 settembre, quando i nuovi casi di positività emersi sono stati in totale 3.377 su 330.275 tamponi processati, sia antigenici quanto molecolari.

Un doppio dato che ha permesso di ottenere come risultante una positività pari all’1%, esattamente la metà rispetto a lunedì. Focus sulla situazione ospedaliera, quella che gli addetti ai lavori stanno tenendo sotto stretta osservazione dalla primavera ad oggi, e che vede 516 persone ricoverate in terapia intensiva, un totale in diminuzione di 7 unità rispetto al precedente bollettino. In area medica, invece, spazio a 3.937 ricoverati, numero in questo caso diminuito di 45 unità. Purtroppo si sono registrati anche ieri delle vittime per covid, leggasi un totale di 77, mentre a livello regionale, la Lombardia ha comunicato in serata 472 nuovi casi (qui potete consultare il bollettino completo della regione).

CORONAVIRUS ITALIA: BURIONI E CARTABELLOTTA SULLA SCUOLA

Intanto nella giornata di ieri è tornato allo scoperto il professore e stimato virologo Roberto Burioni, che attraverso il proprio profilo Twitter ha parlato di scuola, spiegando: “Le scuole hanno riaperto e la priorità assoluta deve essere garantire la maggiore continuità didattica possibile a studenti già tanto danneggiati dalla pandemia. Non si può tollerare che qualcuno remi contro creando danni irreparabili”, probabilmente riferendosi ai non vaccinati.

Di scuola ne ha parlato anche Nino Cartabellotta, numero uno della Fondazione Gimbe di Milano, che ha denunciato la mancata introduzione di impianti di aerazione e ventilazione: “Spreco denaro pubblico per disinfezione superfici – commenta sul suo profilo Cartabellotta, sottolineando le prime criticità di questo nuovo anno scolastico – nessun investimento per impianti di aerazione e ventilazione Eppure anche le pietre sanno che trasmissione di Sard-Cov-2 in ambienti chiusi avviene per aerosol”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA