BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 24 GIUGNO/ Dati Ministero Salute: 927 casi e 10 morti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia di oggi 24 giugno 2021, i dati del Ministero della Salute: 927 casi e 10 morti, il tasso di positività resta fermo allo 0,5%

coronavirus covid italia 15 lapresse1280 640x300
Reparto Covid (LaPresse)

Resta allo 0,5% il tasso di positività al coronavirus in Italia dopo il nuovo bollettino diffuso oggi dal Ministero della Salute. Sono 927 i contagiati a fronte di 188.191 tamponi processati. Invece i morti sono 10, i guariti 6.566 guariti. Dunque, dall’inizio della pandemia Covid sono stati certificati 4.255.700 casi, il numero delle vittime invece sale a 127.362, mentre i guariti arrivano nel complesso a 4.066.029. Dunque, le persone attualmente positive al Covid sono 62.309, di cui 59.954 sono in isolamento domiciliare, invece i ricoverati sono 2.027 (-113), in terapia intensiva si trovano 328 malati (-16). Qui sono stati registrati 12 ingressi giornalieri.

La Regione Lombardia è quella che fa registrare più casi: sono 155 nelle ultime 24 ore. Sono 119 in Sicilia, 112 in Campania. Tutte le altre Regioni sono sotto quota cento, anzi qualcuna è vicina a quota zero, come Umbria, Valle d’Aosta, Molise, Province autonome di Trento e di Bolzano. (agg. di Silvana Palazzo)

CORONAVIRUS ITALIA: OGGI BOLLETTINO MINISTERO SALUTE

Andiamo ad analizzare come ogni giorno il nuovo bollettino coronavirus del ministero della salute, precisamente quello di oggi, giovedì 24 giugno 2021. Nel giro di poche ore, appuntamento fissato come sempre dopo le ore 17:00, il dicastero di Speranza ci comunicherà tutti gli ultimi dati aggiornati, nell’attesa, rivediamo brevemente il bollettino di ieri (tutti i dati completi li potete trovare qui), quando sono stati comunicati 951 nuovi contagiati, a fronte di 198.031 tamponi analizzati fra antigenici e molecolari.

Il tasso di positività è pari allo 0.5%, leggermente in salita rispetto a 48 ore fa, mentre nelle scorse 24 ore sono state comunicate 30 vittime, per un computo totale di decessi per covid giunto, dallo scorso 20 febbraio 2020 ad oggi, a quota 127.352. Negli ospedali vi sono attualmente 344 ricoverati gravi, quelli nelle terapie intensiva (meno 18), mentre negli altri reparti vi sono al momento 2.140 pazienti, numero decresciuto di ben 149 unità. La Lombardia è stata la regione che ieri ha comunicato più casi, soltanto 131 (qui il report completo della regione).

CORONAVIRUS ITALIA: COSTA SULLO STATO DI EMERGENZA

Numeri per l’ennesima volta positivi quelli di oggi, ma il governo sta pensando ad una proroga dello stato di emergenza, tenendo conto anche del fatto che in vista del prossimo autunno si teme una risalita dei contagi, seppur non con un’ondata gravosa. A riguardo ne ha parlato Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, che parlando ai microfoni del programma Restart 264 su Cusano Italia TV, ha ammesso: “E’ importante uscire dallo stato di emergenza. Sarebbe un segnale fondamentale per il Paese, per i cittadini e significherebbe un ulteriore segnale di ritorno alla normalità”.

“Noi tutti ovviamente vogliamo uscire dallo stato di emergenza – ha precisato – ma è chiaro che lo stato di emergenza permette di avere una struttura commissariale che ci consente di gestire il piano vaccinale con un’efficienza maggiore. E quindi credo – ha sottolineato Costa – che sia ragionevole ipotizzare un prolungamento almeno fino a quando non sara’ completato l’obiettivo dell’immunità di gregge, e magari verificare che cosa succederà a settembre-ottobre con eventuali varianti”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 23 GIUGNO



© RIPRODUZIONE RISERVATA