BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 7 MARZO/ Ministero Salute: 207 morti, 20.765 casi

- Alessandro Nidi

Bollettino Coronavirus Ministero della Salute di oggi, domenica 7 marzo 2021: 207 morti (quasi 100mila da inizio pandemia), 20.765 nuovi casi, tasso positivi al 7,7%

gianfranco spiteri
Reparto terapia intensiva (LaPresse)

Cresce ancora il tasso di positività al coronavirus nell’ultimo bollettino diffuso oggi dal Ministero della Salute: +1% rispetto a ieri (sale a 7,7%), a fronte però di meno tamponi/test processati ovvero 271.336 (ieri furono più di 335mila). I nuovi casi di Covid riscontrati in Italia nelle ultime 24 ore sono 20.765, con ancora 207 morti che portano il dato delle vittime drammaticamente a sfiorare le 100mila da inizio pandemia (99.785 per la precisione): si contano per fortuna anche altri 13.467 dimessi-guariti, quasi 2,5 milioni dallo scorso marzo 2020.

Al momento sono positivi al coronavirus 472.862 italiani, 7.050 più di ieri: in isolamento domiciliare si contano 449.113 positivi, con 2.605 in terapia intensiva (+34 rispetto a ieri) e 21.144 ricoverati in corsia d’ospedale, aumento di 443 unità rispetto a sabato. Le aree con maggior aumento di casi restano la Lombardia con 4.397 nuovi contagi, Emilia Romagna 3.056, Campania 2.560, Veneto 1.229, Piemonte 1.543, Lazio 1.399, Toscana 1.355, Puglia 1.155. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Anche quest’oggi, domenica 7 marzo 2021, scopriremo quale evoluzione ha subìto la curva dei contagi in Italia attraverso il nuovo bollettino Coronavirus del Ministero della Salute. Analizzeremo quindi i nuovi positivi, i morti, la situazione ospedaliera, il tasso di positività e tutti gli altri dati statistici, al fine di comprendere al meglio il quadro generale della situazione. Intanto, proviamo a ricapitolare i numeri comunicati nella giornata di ieri, quando i nuovi casi rilevati sono stati 23.641, con l’aggiunta di 307 decessi.

Il computo delle vittime Covid da inizio pandemia si è così portato a quota 99.578, cifra che sta lentamente volgendo verso la drammatica soglia dei centomila, mentre le persone che hanno contratto il Covid-19 da un anno a questa parte sono oltre 3 milioni (3.946.762). Segnali di peggioramento giungono anche dal tasso di positività, che è cresciuto dello 0,3% nelle ultime ventiquattr’ore, passando dal 6,4% di venerdì al 6,7% di ieri, ma negli ospedali la situazione resta complicata, con 46 ingressi in più nei reparti di terapia intensiva (totale 2.571) e 327, invece, in quelli di degenza normale (totale 20.701).

BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 7 MARZO

In attesa di scoprire dunque i nuovi dati relativi al bollettino Coronavirus Italia odierno, vale la pena soffermarsi sulle dichiarazioni rilasciate a “Il Corriere della Sera” dal ministro della Salute, Roberto Speranza, circa la situazione pandemica attuale nel nostro Paese: “Abbiamo confermato il modello per fasce perché ci sono situazioni geografiche molto diverse. È chiaro che monitoreremo giorno per giorno l’evoluzione epidemiologica, adattando le misure alla luce delle varianti. Io sono rigorista perché sono realista. Ricevo chiamate preoccupate dei governatori, che stanno firmando ordinanze restrittive anche da zone rosse”. Successivamente, Speranza ha osservato che la seconda ondata non è mai finita: assistiamo a una ripresa molto forte dovuta all’impatto delle varianti, che ci sta portando a misure sempre più restrittive sui territori”. Infine, sui vaccini “i nostri numeri sono in linea con Germania e Francia. Figliuolo farà un gran lavoro che ci consentirà di accelerare ancora di più la campagna quando finalmente avremo molte più dosi”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 6 MARZO



© RIPRODUZIONE RISERVATA