Bollettino Coronavirus UK 16 giugno: oltre 9mila casi/ La variante Delta impazza

- Alessandro Nidi

Bollettino Coronavirus UK, la variante Delta (ex indiana) continua a preoccupare: oggi raggiunto il picco nazionale dei contagi da febbraio

Covid Londra
Londra, emergenza Covid (LaPresse)

Il bollettino Coronavirus UK della giornata di oggi, mercoledì 16 giugno 2021, fotografa una situazione pandemica tutt’altro che felice nel Regno Unito, dove continua a crescere la preoccupazione per la recrudescenza epidemiologica registrata in queste ultime settimane, con la curva dei contagi tornata rapidamente a salire e, con essa, il totale dei ricoverati in ospedale. Una condizione figlia della diffusione in tutto il Paese della variante Delta (ex indiana), divenuta letteralmente dominante e da ritenersi la causa scatenante di questa nuova ondata che sta tenendo con il fiato sospeso non soltanto la Gran Bretagna, ma anche il resto del pianeta, considerata la pericolosità e l’aggressività della mutazione.

I nuovi casi Covid rilevati in UK nelle ultime ventiquattro ore sono stati oltre 9mila, a fronte di 770mila tamponi effettuati: si tratta del picco massimo registrato a livello nazionale addirittura dalla fine del mese di febbraio, a testimonianza di come questo riacutizzarsi della pandemia nella terra della Regina non sia da sottovalutare. Incremento anche in termini di ricoveri in ospedale, anche se i vaccini eseguiti stanno contenendo in parte questo dato, che si attesta attualmente a 1.177 degenti in totale.

BOLLETTINO CORONAVIRUS UK: BORIS JOHNSON PUNTA AD ACCELERARE LA CAMPAGNA VACCINALE

Nel bollettino Coronavirus UK trova spazio anche la voce “morti”, che, per fortuna, continua a essere livellata verso il basso (9 nelle ultime 24 ore: siamo ai minimi europei, ndr), anche se nelle prossime settimane c’è il rischio di assistere a una crescita di questo dato, considerato il riacutizzarsi delle infezioni in tutto il Regno Unito. Nel frattempo, l’obiettivo del governo di Boris Johnson e di tutte le autorità sanitarie locali è quello di riprendere il timone in mano e puntare all’appiattimento della curva. Come? Accelerando ulteriormente nella campagna vaccinale, già estesa ai soggetti ventenni, e rinviando – come peraltro già fatto nelle scorse ore – le ultime riaperture mancanti nella road map, fatte slittare dal 21 giugno, data prevista in origine, al prossimo 19 luglio. Infine, alcuni dati connessi alla somministrazione dei vaccini: ad oggi sono stati inoculati 72,5 milioni di dosi, inclusi oltre 30 milioni di richiami. Il 58% della popolazione adulta è ora totalmente vaccinata, mentre all’incirca l’80% dei britannici ha ricevuto almeno una dose di siero anti-Covid.



© RIPRODUZIONE RISERVATA