BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO: +28 INFETTI E 0 MORTI/ Dati 1 agosto, 36 i guariti

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Veneto, i dati della mattina di oggi, sabato 1 agosto: 28 nuovi casi scoperti nella notte, ma le vittime sono rimaste ferme

Zaia Veneto
Luca Zaia, Governatore Veneto: bollettino coronavirus (Instagram, 2020)

Il primo bollettino di giornata riguardante l’epidemia di coronavirus in Veneto, mostra dei dati migliori rispetto a quelli di ieri. Azienda Zero comunica infatti che nella notte passata sono stati trovati 28 nuovi casi di covid-19, e di questi, 12 sono riferiti ancora una volta al noto centro di accoglienza di Treviso dove sono stati scoperti più di cento contagiati. Il numero aggiornato di infetti da quando è scoppiata l’emergenza è così salito a quota 20.166, mentre i casi attivi attuali sono scesi a 1.001, tenendo conto che i negativizzati virologici sono in totale 17.090. Un altro dato senza dubbio positivo è quello riguardante il numero delle vittime, rimasto fermo come ieri sera a quota 2.075 persone decedute dal 21 febbraio ad oggi. Per quanto riguarda i casi di pazienti affetti da covid, sono 28 quelli ricoverati in reparto dei vari ospedali regionali, di cui quattro in terapia intensiva. Prendendo in considerazione anche quelli negativi, sono 113 i pazienti ricoverati di cui 7 in rianimazione. Infine il numero dei guariti, pari a 36, e quello delle persone in isolamento, pari a 3.911. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO, DATI 31 LUGLIO: 1.009 POSITIVI E INDICE RT A 1.6

Il doppio bollettino della regione Veneto sull’epidemia di coronavirus è senza dubbio uno dei più attesi di oggi, sabato 1 agosto. Senza girarci troppo attorno, la regione al nord est della nostra penisola è quella al momento più contagiata, avendo superato anche la Lombardia. Inoltre, altro dato preoccupante, è quella con l’indice Rt più alto di tutto lo stivale, pari a 1.66. L’ultimo bollettino emesso è stato quello delle ore 17:00 di ieri, venerdì 31 luglio, e racconta di 18 casi in più rispetto al report della mattina, per un totale quindi di 48 nuovi casi in 24 ore. Si registra anche una vittima, con il numero di deceduti che è salito a quota 2.075 da quando è scoppiata l’emergenza, lo scorso 21 febbraio. I positivi totali, invece, sono al momento 20.138, e di questi gli attivi sono 1.009, numero in crescita di nove unità rispetto alla mattinata di ieri. 17.054 sono invece i guariti, mentre Padova è stata la provincia che ha segnato l’incremento maggiore di casi, 7 in più, seguita da Verona a 2, con Venezia e Rovigo a 1. Al momento troviamo ricoverati negli ospedali 30 persone positive, di cui 4 in terapia intensiva. Tenendo in considerazione anche i negativizzati virologici, il numero di pazienti sale a 114, di cui 7 in rianimazione.

BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO, ZAIA: “FIRMATA NUOVA ORDINANZA”

Nella giornata di ieri è uscito nuovamente allo scoperto il governatore Zaia, che ha annunciato l’estensione di tutte le misure anti-covid fino al prossimo 15 ottobre, quando scadrà lo Stato di emergenza: «Clinicamente non siamo in emergenza – le parole riportate da TrevisoToday in data 31 luglio – ma siamo pronti a qualsiasi evenienza. Non abbiamo smantellato nulla, abbiamo solo tolto alcuni letti nelle terapie intensive. Voglio aspettare ancora qualche giorno per annunciare il nuovo piano di sanità pubblica». Sulla nuova ordinanza: «Oggi (ieri ndr) firmerò la nuova ordinanza che proroga tutte le misure in vigore ad oggi fino al 15 ottobre, data di scadenza dello stato di emergenza nazionale. La nostra ordinanza lascia però una finestra per l’8 agosto in caso un nuovo Dpcm del Governo dovesse cambiare qualcosa nelle prossime settimane. Ai veneti diciamo che per loro non cambia nulla rispetto a quello che c’è già».

© RIPRODUZIONE RISERVATA