BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO, +41 CASI E 0 MORTI/ Dati 5 agosto: 122 in ospedale

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Veneto del 5 agosto: 41 nuovi casi scoperti, zero invece le vittime, i pazienti totali sono 122 ma solo 33 sono quelli positivi

bollettino coronavirus veneto
Luca Zaia, governatore del Veneto (LaPresse)

E’ stato emesso poco fa il primo bollettino di giornata circa l’epidemia di coronavirus in Veneto. I dati sono tornati leggermente a salire rispetto a ieri, visto che nella notte sono stati scoperti 41 nuovi infetti, per un totale da inizio pandemia pari a 20.294 casi di positività riscontrati. Bene invece le vittime, ancora una volta ferme e zero (totale dal 21 febbraio, 2.077). Gli attualmente positivi sono cresciuti di due unità, per un bilancio aggiornato di 1.067 in tutta la regione, e nel contempo sono aumentati anche i pazienti ricoverati, tre in più rispetto a ieri sera (totale 122), di cui otto in terapia intensiva (+1). I positivi ospedalizzati sono comunque solamente 33 (+1), mentre in rianimazione vi sono 6 casi di covid-19, dato in crescita di una unità. Ancora una volta è boom di veneti in isolamento, al momento 4.616, numero aumentato di ben 456 unità rispetto alla serata di ieri. Infine il dato relativo ai dimessi, 3.774 da febbraio (+2), e dei negativizzati virologici 17.150 (+39). (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO, I DATI DELLA SERA DEL 4 AGOSTO

E’ tutto pronto per il nuovo bollettino della regione Veneto sullo stato dell’epidemia di coronavirus. Questa mattina verrà emessa la prima comunicazione, poi dopo le ore 17:00 ci sarà il secondo classico aggiornamento a chiusura della giornata. Nella giornata di ieri sono tornati a calare i nuovi casi, dopo una settimana in cui il trend era stato in crescita. In totale i positivi in Veneto sono 1.066 (1 in più rispetto al bollettino di ieri mattina), mentre le vittime sono rimaste ferme a quota 2.077, di cui 1.453 negli ospedali locali. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati con il covid nei nosocomi regionali, il numero totale è di 42, ma solo sei di essi si trovano in terapia intensiva, casi quindi giudicati più seri. Se si tengono conto anche dei negativizzati virologici, i pazienti sono in totale 131, e di questi, 8 si trovano in rianimazione. Le persone dimesse dall’inizio dell’emergenza, lo scorso 21 febbraio, sono invece 3.773. Padova torna ad essere la provincia con più contagi, con 287 casi, seguita però a ruota da Treviso (282). Più staccata troviamo Venezia a 154, con Verona a 81 e Vicenza a 77. Chiudono infine le solite Rovigo e Belluno con rispettivamente 16 e 13 casi.

BOLLETTINO CORONAVIRUS VENETO, LE PAROLE DI ZAIA SU SALVINI

Nella giornata di ieri è tornato a parlare il governatore della regione Luca Zaia, che presente a Roma in occasione della conferenza delle regioni nel cinquantenario dell’istituzione di quelle a statuto speciale, ha risposto così ad alcune domande sui cronisti in merito ad un presunto strappo con il leader della Lega Salvini per la questione delle mascherine: “Contrasti con Salvini? Fantasie – le parole riportate da tgverona in data 4 agosto – forse è la speranza di qualcuno. Se il presidente della Regione Veneto, che firma ordinanze da mesi sulla mascherina, dice che bisogna portare la mascherina e nasce un caso in Lega, mi sembra molto strano. Forse è più la speranza di qualcuno che la realtà”. E ancora: “Non c’è né scissione né scalata. Noi veneti siamo sempre quelli di prima, abbiamo sempre lo stesso obiettivo che è l’autonomia, dettiamo l’agenda di governo rispetto all’autonomia. Non abbiamo mai smentito le nostre radici e le nostre origini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA