BOLLETTINO CORONAVIRUS EMILIA ROMAGNA/ Video 29 marzo: +736 casi, +99 morti

- Niccolò Magnani

Bollettino coronavirus Emilia Romagna, video commissario Venturi: aggiornamenti 29 marzo, 13.119 contagi (+736) e 1.443 morti (+99)

bollettino coronavirus emilia romagna
Sergio Venturi, commissario coronavirus Emilia Romagna (Facebook, 2020)
Pubblicità

Come domenica scorsa, anche oggi non è apparsa né sulla pagina Facebook del commissario Venturi né su quella della Regione Emilia Romagna la conferenza stampa con lettura del bollettino: poco male perché sul sito stesso della Regione è stato pubblicato il report quotidiano aggiornato al 29 marzo recante purtroppo non notizie esaltante per quanto riguarda soprattutto la crescita dei decessi rispetto agli ultimi giorni. 13.119 i casi di positività al Coronavirus, 736 in più di ieri ma sono purtroppo 99 le nuove vittime (ieri erano state 77 in più) che portano il conto totale del dramma a 1.443 persone che hanno perso la vita a causa del Covid-19. 5.726 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi (+368), 333 in terapia intensiva (+17) ma anche il dato positivo dei guariti che raggiunge quota 1141 (66 in più rispetto a sabato).

Pubblicità

«Continua il trend osservato nei giorni precedenti quindi una moderata riduzione dei casi percentuali, confermati dalla riduzione degli accessi in Pronto soccorso e, attraverso il 118, in ospedale per polmonite interstiziale. Purtroppo, è ancora alto il numero dei decessi, ma ci aspettiamo comunque una significativa riduzione sia dei contagi che dei decessi nei prossimi giorni», afferma il commissario ad acta all’emergenza, Sergio Venturi non prima di concludere «Stiamo ponendo particolare attenzione alla situazione delle case protette, che ormai restano l’unico vero focolaio d’infezione sul territorio, perché osserviamo come le misure di distanziamento sociale comincino a dare i primi risultati. Ma non è questo il momento di mollare: rispettiamo tutti regole e restrizioni».

Qui tutti gli aggiornamenti sul coronavirus nel resto d’Italia

Pubblicità

I DATI AL 29 MARZO 2020

Resta tra le Regioni d’Italia più colpite dal coronavirus, eppure da qualche giorno l’Emilia Romagna sta segnando nel proprio bollettino quotidiano qualche lieve miglioramento che lascia ben sperare per le prossime settimane: negli aggiornamenti prima del 29 marzo, i casi di positività al Covid-19 presentati in conferenza stampa dalla commissario regionale all’emergenza Sergio Venturi sono 12383, 795 in più a venerdì con 52.991 i test refertati, 5.193 in più rispetto a 24 ore prima. I dati del bollettino – atteso anche oggi, sempre alle ore 18 con la diretta Facebook di Venturi – mostrano poi 5.358 le persone in isolamento a casa (+301), 316 ricoverate in terapia intensiva (+8), mentre la conta drammatica dei morti sale a da 1.267 a 1.344, con 77 nuovi decessi.

Per le vittime in Emilia Romagna ne vengono segnalate ben 22 a Piacenza, 2 a Parma, 12 a Reggio Emilia, 12 a Modena, 8 a Bologna, 8 a Ferrara, 6 a Ravenna, 1 a Forlì-Cesena, 6 a Rimini. Dato positivo arrivano dai guariti-dimessi in tutta l’Emilia Romagna, sono 1075 con ben 115 rispetto a venerdì: «833 delle quali riguardano persone clinicamente guarite, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 192 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi (+38 rispetto a ieri)», riporta il bollettino regionale.

Diretta Facebook Venturi, bollettino Emilia Romagna (dalle ore 18)

BOLLETTINO CORONAVIRUS EMILIA ROMAGNA: IL PUNTO DI VENTURI

«In Emilia-Romagna la situazione sta piano piano migliorando. I decessi calano significativamente e speriamo di consolidare questo calo anche nei prossimi giorni», ha spiegato ieri in conferenza stampa il commissario Sergio Venturi commentando i dati aggiornati del bollettino coronavirus in Emilia Romagna. «Per la prima volta cala di circa il numero dei decessi», spiega ancora Venturi, con le 77 vittime delle ultime 24 ore (di cui 44 uomini e 33 donne), che diminuiscono contro la media di oltre 90 decessi dei giorni scorsi. Dopo che pian piano anche la curva dei contagi inizia a frenare, Venturi fissa il prossimo obiettivo «spostare l’attenzione fuori, partendo dalle case per anziani, le case protette e nelle comunità locali. Fare un’aggressione all’esterno al virus per preservare gli ospedali».

BOLLETTINO EMILIA ROMAGNA 28 MARZO



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità