Bollettino vaccini covid oggi 12 agosto/ 2.07 milioni di quarte dosi somministrate

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino vaccini covid oggi 12 agosto: facciamo il consueto punto sulla situazione vaccini contro il coronavirus in Italia. Quarte dosi a quota 2.07 milioni

usa quarta dose vaccini lombardia
(LaPresse)

E’ stato pubblicato il nuovo bollettino vaccini covid aggiornato ad oggi, venerdì 12 agosto 2022. La campagna vaccinale di massa d’Italia prosegue, seppur lentamente e registrando numeri piuttosto bassi. Il totale di dosi inoculate ha raggiunto oggi quota 140.04 milioni, e ciò significa che rispetto al bollettino vaccini covid di ieri si è registrato un incremento di circa 50/100 mila dosi.

Non decollano, nonostante una spinta di qualche settimana fa, le quarte dosi, il secondo booster destinato a tutti i fragili e agli over 60, che oggi si sono portate a quota 2.07 milioni. Le terze dosi, invece, sono praticamente ferme a 40.04 milioni, pari all’83.9 per cento della platea di vaccinabili, mentre gli italiani immunizzati, coloro che hanno ricevuto le prime due dosi di Pfizer, Moderna, Astrazeneca, o il monodose di Johnson & Johnson, sono in totale 48.6, esattamente il 90.1 per cento di coloro che hanno diritto al vaccino anti covid.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 12 AGOSTO: SCOPERTI DEI SUPER ANTICORPI

Intanto, in attesa dei nuovi vaccini covid aggiornati che arriveranno a settembre, efficaci contro le ultime varianti di Omicron, una spinta in tal senso potrebbe venire da un nuovo studio realizzato dai ricercatori dello Scripps Research Institute americano sui macachi, poi pubblicato sulla rivista Science Translational Medicine. Il gruppo di scienziati avrebbe individuato dei super anticorpi efficaci contro il covid e molte sue varianti, e ciò potrebbe rappresentare una scoperta molto importante in ottica vaccini.

“Alcuni animali – spiegano gli studiosi – sono sorprendentemente più capaci di produrre questo tipo di anticorpi rispetto agli esseri umani, offrendo indizi su come sviluppare vaccini migliori. Se riusciamo a progettare vaccini che suscitino risposte ampie, simili a quelle viste nel lavoro, questi potrebbero garantire una protezione maggiore contro il Covid-19 e le varianti di preoccupazione”. I super anticorpi contro il covid sarebbero stati individuati in particolare nei macachi, nota specie di scimmie.







© RIPRODUZIONE RISERVATA