Bollettino vaccini covid oggi 22 luglio/ 63.2 milioni di dosi somministrate

- Davide Giancristofaro Alberti

Facciamo il punto sulla campagna di vaccinazione in Italia con il bollettino vaccini covid di oggi, giovedì 22 luglio 2021: totale somministrazioni a quota 63.2 milioni

Hangar Bicocca vaccini
Lombardia, hub vaccini presso l'Hangar Bicocca di Milano (LaPresse, 2021)

Il bollettino vaccini covid di oggi, giovedì 22 luglio 2021, è stato emesso poco fa. L’Istituto superiore di sanità ha aggiornato come sempre i dati riguardanti la campagna vaccinale in Italia, che ricordiamo, è scattata lo scorso 27 dicembre 2020. Il primo numero da aggiornare è quello delle somministrazioni totali, salito a quota 63.2 milioni, +500mila circa in 24 ore (qui il report di ieri).

Il secondo è quello degli immunizzati, coloro che hanno già completato il ciclo vaccinale, ovvero, 28.5 milioni, il che significa che il 52.8% della popolazione over 12 è vaccinata, e che il traguardo dell’immunità di gregge (circa il 70-80% delle persone totali), si sta avvicinando sempre più. Le regioni hanno utilizzato ben il 92.4% delle dosi ricevute, un totale di 68.505.787, di cui 47.428.220 Pfizer/BioNTech, 6.954.569 Moderna, 11.858.360 Vaxzevria-Astrazeneca e 2.264.638 Janssen. Prosegue quindi a ritmo serrato la campagna vaccinale in Italia, e nel contempo il governo sta dibattendo sul green pass, il passaporto vaccinale, che potrebbe essere esteso a più realtà.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 22 LUGLIO, PALÙ SU GREEN PASS E TERZA DOSE

La decisione arriverà ufficialmente oggi, e a riguardo il numero uno dell’Aifa, Giorgio Palù, ha spiegato: “Potrebbe essere uno strumento utile – le parole ai microfoni di SkyTg24 – che aiuta chi esercita un’attività e chi ne fruisce. Riguardo le due dosi, soprattutto con le nuove varianti, tutti gli studi si stanno orientando che siano una valutazione efficace per quanto concerne sia i parametri di ospedalizzazione che di Covid sintomatico, e addirittura di prevenzione della trasmissione: quindi è necessario avere due dosi di vaccino”.

Sui dati della campagna vaccinale il numero uno dell’Aifa ha spiegato: “Quello che preoccupa sono i cinque milioni degli over 50 e i due milioni e 380 mila persone di over 60 che non sono ancora vaccinate, perché sono quelle a rischio di contrarre il virus ed avere conseguenze più serie”. Infine, sulla terza dose, Palù parla di richiamo “presumibile”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA