Bollettino vaccini covid oggi 23 giugno/ 16.3 milioni di immunizzati, 30% popolazione

- Davide Giancristofaro Alberti

Facciamo il punto sulla campagna di vaccinazione in Italia con tutti i dati aggiornati ad oggi, 23 giugno 2021: in totale 47.1 milioni di dosi somministrate

Hangar Bicocca vaccini
Lombardia, hub vaccini presso l'Hangar Bicocca di Milano (LaPresse, 2021)

Continua a gonfie vele la campagna di vaccinazione in Italia, così come si evince anche dall’ultimo bollettino vaccini covid di oggi, mercoledì 23 giugno 2021. Stando al report comunicato stamane dal ministero della salute, in Italia sono state somministrate 47.1 milioni di dosi, per l’esattezza 47.166.788 (+500mila, qui il report di ieri). Una cifra imponente pari al 93.7% del totale delle dosi che sono state consegnate dal 27 dicembre ad oggi, in meno di sei mesi, leggasi 50.320.824 (nel dettaglio, 33.747.177 Pfizer-BioNTech, 5.014.422 Moderna, 9.673.619 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.885.606 Janssen, il vaccino di Johnson & Johnson). Molto bene anche il dato relativo agli immunizzati, in totale 16.3 milioni, ovvero, il 30% della popolazione over 12 vaccinabile.

Dati che continuano quindi ad essere estremamente positivi e che accompagnano l’Italia verso un’estate senza dubbio più serena rispetto alle scorse stagioni, ma anche verso il traguardo dell’immunità di gregge previsto per il mese di settembre. A riguardo il professor Matteo Bassetti, direttore di malattie infettive della clinica San Martino di Genova ha spiegato: “Se noi arriveremo al prossimo autunno con l’80% della popolazione vaccinata – le sue parole in esclusiva ai microfoni de Il Giornale – per quanto possa esserci una nuova variante e penetrare nel nostro Paese, è chiaro che troverà 4 persone su 5 che in qualche modo le resistono. Credo che questo sia il messaggio da dare oggi ai no-vax: se vuoi combattere la variante Delta, devi vaccinarti”.

BOLLETTINO VACCINI COVID OGGI 23 GIUGNO, BASSETTI: “PREOCCUPATO DA CHI NON E’ VACCINATO”

Bassetti si dice comunque preoccupato dalla fascia di popolazione non vaccinata: “Mi preoccupa chi non è vaccinato: questa variante ha la capacità di contagiare molto più velocemente rispetto alle altre, quasi un 70%, darà maggiore aggressività in chi non è vaccinato. Il virus se bussa a 4 porte e le trova chiuse perché si è vaccinati, la quinta che trova aperta lì c’è da aver paura. I numeri saranno piccoli ma non possiamo permetterci di arrivare al 20% della popolazione che non sia coperta, è questo il messaggio che lancio a chi non vuole vaccinarsi. Chi decide di non farlo mette a rischio la propria salute e la propria vita”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA