BONAVENTURA, ADDIO AL MILAN TRA LE LACRIME/ “Grande commozione nello spogliatoio”

- Davide Giancristofaro Alberti

Bonaventura, addio al Milan: il giocatore è rimasto da solo in campo ieri sera al termine della partita contro il Cagliari

bonaventura twitter 2020 1
Giacomo Bonaventura al termine di Milan-Cagliari (Twitter)

Dopo sei anni da protagonista con la casacca rossonera, Giacomo Bonaventura ha dato l’addio al Milan tra le lacrime. La foto di “Jack” in lacrime in mezzo al campo del Meazza ha fatto il giro del web e tantissimi tifosi rossoneri stanno ringraziando il 30enne per l’impegno profuso in campo per la maglia meneghina. Come riporta Milan News, ieri nel post-partita Bonaventura – così come Lucas Biglia – ha avuto un momento di forte commozione dentro lo spogliatoio. Tra i tanti messaggi ricevuti sul web, particolarmente apprezzato quello dell’ex rossonero Ignazio Abate: «Buona fortuna, amico!». Ora il centrocampista è pronto a vivere una nuova avventura: Bonaventura fa gola a diversi club di Serie A, anche se non mancano gli apprezzamenti dall’estero. Negli ultimi giorni il suo entourage è stato contattato dalla sua ex Atalanta e dall’ambizioso Benevento, anche se resta viva l’ipotesi Torino. (Aggiornamento di MB)

BONAVENTURA SALUTA IL MILAN TRA LE LACRIME

Giacomo Bonaventura è stato senza dubbio uno dei protagonisti della sfida di ieri, Milan-Cagliari, ultima gara di campionato, ultima gara a San Siro, e ultimo impegno con la divisa rossonera per l’esterno marchigiano. Arrivato quasi un punta di piedi durante le battute conclusive del calciomercato estivo del 2014, uno degli ultimi grandi “colpi del condor” dell’ex ad Adriano Galliani, Bonaventura lascerà il Milan nei prossimi giorni dopo sei stagioni, con il contratto in scadenza. Il club meneghino non è intenzionato a rinnovare il proprio rapporto con il giocatore, di conseguenza lo stesso sarà costretto a trovarsi una nuova squadra. Ma prima “Jack” ha voluto salutare a suo modo, rimanendo da solo sul prato di San Siro deserto, in lacrime, in ginocchio. Del resto lui è sempre stato un calciatore “silenzioso”, mai una parola fuori posto, mai una polemica, sempre pronto ad allenarsi e a cercare di dare il massimo per far vincere i suoi. Un epilogo che lascia un po’ di amaro in bocca anche perchè i tifosi rossoneri hanno sempre apprezzato il calciatore acquistato dall’Atalanta, proprio per la sua professionalità.

BONAVENTURA, ADDIO MILAN. PIOLI: “GIOCATORE MOLTO IMPORTANTE”

“Jack è stato un giocatore molto importante – le parole del tecnico Stefano Pioli, al termine della vittoria contro il Cagliari – un gran professionista, molto attaccato al lavoro e al Milan. Lo ringrazio per quello che ha fatto”. Mentre su Instagram il club di Milanello ha dedicato un post al giocatore, con annessa la didascalia “Grazie Jack”. Bonaventura lascia il Milan dopo sei anni, 184 partite disputate e 35 marcature realizzate. Uno solo il trofeo portato a casa, la Supercoppa Italia vinta ai rigori contro la Juventus, un successo in cui lo stesso esterno d’attacco è stato fra i protagonisti, avendo realizzato il gol del pari meneghino dopo il vantaggio della Signora segnato da Chiellini. In molti si domandano ora quale sarà la casacca che indosserà Bonaventura l’anno prossimo, e secondo le ultime voci non è da escludere un ritorno alle origini, presso l’Atalanta, oppure, una nuova avventura con il Benevento neo promosso guidato da Inzaghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA