Bonus 200 euro/ A chi non spetta, cosa succede? Cosa fare in questo caso

- Danilo Aurilio

Il bonus 200 euro potrebbe arrivare ben presto per tutti Ecco però, a chi non viene erogato che cosa potrebbe fare per ottenerlo

Recovery fund Euro
(LaPresse, immagini di repertorio)

Il bonus 200 euro spetta potremmo dire, a quasi tutti i cittadini italiani. Sia per coloro che hanno già un impiego, ma anche per i lavoratori autonomi. Ma quale sarebbe il problema nel momento in cui il sussidio non venisse erogato nei tempi e modalità corrette?

Se il sussidio economico spettasse per legge, allora il cittadino italiano potrà (senza alcun problema), richiedere all’organo competente, un accertamento sulla situazione e procedere successivamente  con un ricorso apposito.

Bonus 200 euro: chi sono i soggetti che non lo riceveranno?

Come abbiamo anticipato poco fa, i soggetti che non riceveranno il bonus da 200 euro son davvero pochi. Coloro che non ne usufruiranno sono gli stessi che in un intero anno, percepiscono una cifra pari a a oppure superiore a 35.000 mila euro.

I soggetti ammessi però, sono davvero molti. Nello specifico, ecco una serie di categorie di impiegati oppure lavoratori autonomi  che hanno possibilità di percepire il sussidio economico:

  • Lavoratori dipendenti;
  • Pensionati;
  • Disoccupati, percettori di NASPI e Dis-Coll;
  • Coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza;
  • Lavoratori autonomi;
  • Lavoratori stagionali;
  • Badanti e colf.

Il bonua 200 euro viene distribuito tramite il Decreto Aiuti. Ai lavorator i impiegati il bonus sarà corrisposto direttamente in busta paga.  I pensionati potranno ricevere i soldi direttamente sul loro cedolino.

Per le categorie sopraelencate, il bonus (una tantum) da 200 euro va richiesto autonomamente tramite l’organo competente. Nel caso in cui si verificasse un rifiuto, si potrà fare ricorso.

A causa dei fenomeni quali stagflazione ed inflazione, gli impiegati e lo stipendio in busta paga è come se fosse diminuito. Non sarà sicuramente il bonus dei 200 euro a far sollevare la condizione economica della vita di tutti i giorni, ma resta un contributo per limitare i danni.

Il Governo Draghi attualmente, in un periodo di forte sensazione di recessione e difficoltà economica, sta erogando più bonus ed incentivi (economici e fiscali) possibili, al fine di poter aiutare chi si ritrova in una situazione destabilizzante.





© RIPRODUZIONE RISERVATA