Bonus animali domestici/ Detrazione del 19% sulle spese veterinarie, come ottenerlo

- Danilo Aurilio

Bonus animali domestici per tutte le famiglie che possiedono un cucciolo. Detrazione del 19% sulle spese sostenute dal veterinario, tutti i dettagli

cane Coronavirus
(Lapresse)

Il bonus animali domestici non è altro che un’agevolazione da parte del Governo per sostenere le famiglie italiane che possiedono un animale domestico. Dopo l’arrivo dell’inflazione e la crisi del Covid, il Governo sta realizzando tanti bonus a tutte le famiglie che non stanno attraversando un buon periodo sotto l’aspetto economico.

Il bonus consiste a una detrazione fiscale su tutte le spese che un proprietario di un animale domestico deve sostenere per il benessere e la salute del cucciolo. Quindi sono comprese le spese veterinarie e acquisto di medicinali. Per quanto riguarda il primo caso però comprende solo due categorie di animali, scopriamole insieme.

Bonus animali domestici: soglia massima e come richiederlo

Per quest’anno il bonus animali domestici come accennato a inizio articolo è una detrazione fiscale, quest’anno si può ottenere fino a 550 euro di contributo e potranno utilizzarlo, come accennato nei paragrafi precedenti, a due categorie di animali:

  • Animali che sono tenuti in casa in maniera legale per uno scopo di compagnia;
  • Animali tenuti in maniera legale per attività sportive.

Il bonus invece non spetta a:

  • Animali di qualsiasi razza e specie allevati per attività agricole o commerciali;
  • Animali posseduti in maniera illegale per attività illecite.

La detrazione fiscale è del 19% della parte che va oltre i 129,11 euro, per un importo massimo dell’agevolazione di 79,96 euro (per una spesa massima di 550 euro.) Le tipologie di spese che sono ammesse per la detrazione sono le seguenti:

  • Prestazioni effettuate dal veterinario professionale;
  • Acquisto di medicinali veterinari che sono stati prescritti dal veterinario stesso;
  • Intervento presso le cliniche veterinarie e analisi di laboratorio.

Per richiedere il bonus animali domestici, è necessario che la domanda venga effettuata dal tutore legale dell’animale. Per il bonus non è richiesto l’ISEE, però:

  • Per i cani è necessario allegare la documentazione relativa al microchip e all’iscrizione all’anagrafe;
  • Per i gatti solo microchip o ricevuto di acquisto.

La detrazione del bonus animali domestici, va inserita durante la compilazione del modello 730 nella parte “Altre spese”.

 





© RIPRODUZIONE RISERVATA