Bonus infissi/ Che cos’è e come presentare la domanda

- Maria Melania Barone

Bonus infissi, è un’importante possibilità di risparmio a cui i contribuenti possono fare ricorso per sostituire gli infissi per un risparmio energetico. Ecco come usufruirne.

sesso davanzale finestra
Immagine di repertorio

Adesso che le cessioni del credito sono molto difficili da ottenere per coloro che necessitano di ottenere uno sconto su i lavori edilizi del proprio appartamento esiste comunque una possibilità di risparmio ad esempio chiedendo lo sconto sulle finestre attraverso il bonus infissi. Ma che requisiti bisogna avere e come presentare la domanda?

Bonus infissi: in cosa consiste

Il bonus infissi è destinato a tutte quelle persone che necessitano di cambiare le porte e le finestre per motivi di ristrutturazione e mantenimento delle temperature della casa, un’operazione necessaria e utile anche per poter spendere meno sui costi dell’energia utile al riscaldamento del proprio appartamento. È importante che sia previsto dunque il valore di trasmittanza termica degli infissi acquistati. Se infatti quest’ultimo è superiore rispetto agli infissi da sostituire, il bonus è garantito e, con esso, anche un solido risparmio per la ristrutturazione del proprio appartamento.

Bonus infissi: quanto è possibile risparmiare

Il bonus infissi si ottiene attraverso le opzioni ammesse dal governo per la ristrutturazione degli immobili:

  • È possibile sostituire dunque gli infissi migliorando l’efficientamento energetico del proprio appartamento facendo ricorso all’ecobonus,
  • Bonus ristrutturazioni 50%
  • Superbonus 110%.

Bisogna però dimostrare che la sostituzione serva davvero a migliorare l’efficientamento energetico del proprio appartamento è per questo è consigliabile ottenere una certificazione da allegare alla pratica che si sceglie punto però ovvi motivi, dato che le cessioni del credito sono ormai bloccate perché gli istituti di credito hanno raggiunto la loro tax capacity, è consigliabile usufruire dello sconto in fattura.

Naturalmente il risparmio sarà commisurato alla tipologia di opzione che si dovesse scegliere Ad esempio se si dovesse scegliere lo sconto in fattura si otterrebbe una riduzione sul prezzo del 50%. Si tratta di una misura più facile da ottenere perché rientra all’interno dei lavori di manutenzione straordinaria o ordinaria.

Con l’ecobonus sarà possibile ottenere uno sconto del 65%.

Se invece la sostituzione degli infissi rientra in un lavoro più grande dove è stato già previsto il superbonus 110%, e la domanda è stata già corredata di tutta la documentazione necessaria e dunque le asseverazioni da parte di professionisti e l’ottenimento della cessione del credito, a quel punto il risparmio sarà totale e coprirà tutte le spese di acquisto e installazione dei nuovi infissi, compresi gli eventuali lavori di muratura.







© RIPRODUZIONE RISERVATA