Bonus sociale 2022/ Come richiedere lo sconto bolletta e le condizioni per ottenerlo

- Danilo Aurilio

Molte più famiglie italiane aderiranno al bonus sociale 2022, ecco cosa è cambiato e cosa prevede lo sconto in bolletta

Gasdotto Gazprom Germania
Gasdotto Gazprom in Germania (LaPresse, 2022)

Nonostante si chiami bonus sociale 2022, spesso ed erroneamente viene scambiato per il noto “Assegno sociale” che invece viene erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Il bonus in questione invece, riguarda un aiuto alle famiglie italiane per sostentare le spese delle bollette.

Il bonus sociale 2022 quindi, non è un altro che un sussidio maggiorato, rispetto a quando è stato annunciato la prima volta con il Decreto Aiuti di marzo. Questa volta infatti, non solo verrà concesso a più famiglie italiane, ma vi è la possibilità di usufruire di periodo retroattivo (includendo da gennaio a marzo).

Bonus sociale 2022: come farne richiesta

Il bonus sociale 2022 ha cambiato le carte in tavola. Inizialmente, il requisito principale prevedeva un reddito massimo di 8.265€, portato adesso a 12.000€.

Il limite viene esteso fino a 20.000€ per i nuclei familiari composti da minimo 4 figli. A tal proposito, farà fede il trimestre retroattivo che va da gennaio a marzo, in modo tale che tutte le famiglie escluse in precedenza, possano esser conteggiate nel decreto attuale (valido interamente per il 2022).

Per tutte le famiglie che non avevano goduto dello sconto in bolletta, ecco 3 opzioni valide:

  1. Compensare i nuovi importi con i vecchi (considerando il trimestre retroattivo);
  2. Rimborso monetario qualora il primo punto non fosse rispettabile;
  3. Calcolare nuovamente le bollette che vanno da gennaio a marzo ma che non sono state ancora fatturate.

Per ottenere il bonus sociale del 2022 non è necessario presentare alcuna istanza/domanda. Sarà direttamente l’INPS ad interessarsi (tramite i rapporti bancari e reddito annuale dichiarato), a quali nuclei familiari spetterà l’agevolazione.

Faranno testo anche le famiglie che godono della pensione di cittadinanza e del reddito di cittadinanza. Appartengono alla categoria di soggetti agevolati, anche chi necessita di apparecchiature elettromedicali oppure che si trovano in condizioni di salute molto gravi.

Lo sconto in bolletta verrà applicato solo ed esclusivamente in base al numero di componenti familiari e per “tipologia di servizio”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA