Boomdabash/ “Siamo sempre stati grandi fan di Loredana Bertè”

- Emanuele Ambrosio

Boomdabash tra gli ospiti di “A grande richiesta ‘Non sono una signora’”, lo speciale dedicato a Loredana Bertè in onda su Rai1

Boomdabash
Boomdabash

Boomdabash tra gli ospiti di “A grande richiesta ‘Non sono una signora‘”, lo speciale dedicato ai 70 anni di Loredana Bertè in onda martedì 9 marzo 2021 in prima serata su Rai1. Una serata all’insegna della grande musica italiana interamente dedicata alla regina della musica rock che per l’occasione interpreterà alcuni dei suoi brani di maggior successo accompagnata da amici e colleghi per lei molto speciali. Tra questi ci sono anche i Boomdabash, la banda salentina con cui ha duettato sulle note di “Non ti dico no”, successo di qualche estate fa.

Un brano che proprio i componenti della band hanno raccontato così dalle pagine di Fanpage.it: “molti pensavano che fossimo due mondi diversi. Ma il reggae è stato sicuramente il terreno d’incontro tra noi. Siamo sempre stati grandi fan di Loredana e pensiamo che abbia anticipato il movimento reggae in Italia, fin da quando a fine anni ’70 pubblicò il brano ‘E la luna bussò’: una canzone con la quale ha anticipato persino il leggendario concerto di Bob Marley a San Siro nel 1980”.

Boomdabash: “Don’t worry è un augurio rivolto a tutti a non lasciarsi abbattere”

Un ritorno molto atteso quello dei Boomdabash in tv che proprio quest’anno ha pubblicato un best of dei loro più grandi successi anticipato dal singolo “Don’t worry”. Un brano nato proprio durante la pandemia che la band salentina ha raccontato così: “sin dalle nostre origini abbiamo avuto sempre l’obiettivo di mettere al servizio delle persone la nostra musica, donando energia positiva e good vibes”. La canzone è nata in un momento davvero particolare per tutti: la pandemia e il lockdown ci hanno privato delle cose semplici e belle della vita.

“In un momento delicato come questo sentivamo la necessità di condividere con il nostro pubblico le nostre emozioni e i nostri sentimenti con quello che meglio di tutto sappiamo fare, la musica” hanno detto  i Boomdabash che si sono poi soffermati sul significato del brano: “attraverso la musica, questo grande mezzo a nostra disposizione, siamo convinti di poter far sentire il nostro pubblico meno solo. Don’t worry intende lanciare un invito a non perdere la speranza nonostante i molti momenti di sconforto quotidiani. La strada per sconfiggere i periodi bui della vita potrà essere lunga e tortuosa, ma prima o poi la luce deve tornare e il sole, così come le stelle, torneranno a brillare. Don’ t worry è un augurio speciale rivolto a tutti a non lasciarsi abbattere da problemi che sembrano insormontabili, ritrovando presto la serenità interiore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA