BORSA ITALIANA OGGI/ Chiusura a +1,21%, Telecom Italia a +6,28% (4 agosto 2020)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari chiude in rialzo. Sul listino principale bene Intesa Sanpaolo e Telecom Italia. Male invece Diasorin. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Milano Piazza Affari Consob
Piazza Affari, la Borsa di Milano (LaPresse)

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in rialzo dell’1,21% e sul listino principale troviamo in rosso Amplifon (-2,57%), Azimut (-0,15%), Banca Generali (-0,94%), Banca Mediolanum (-0,08%), Buzzi (-0,25%), Campari (-0,59%), Diasorin (-4,12%), Exor (-0,46%), Fineco (-1,97%), Interpump (-0,72%), Inwit (-0,88%), Moncler (-2,24%), Nexi (-1,55%), Prysmian (-1,94%), Recordati (-2,38%), Snam (-1,27%) e Terna (-0,89%). I rialzi più consistenti sono quelli di Atlantia (+3,03%), Banco Bpm (+4,49%), Cnh Industrial (+3,03%), Eni (+4,31%), Fca (+3,93%), Generali (+1,57%), Intesa Sanpaolo (+5%), Leonardo (+4,8%), Mediobanca (+1,69%), Pirelli (+4,5%), Saipem (+3,07%), Telecom Italia (+6,28%), Ubi Banca (+2,74%), Unicredit (+3,28%) e Unipol (+4,91%). Il cambio euro/dollaro torna sopra quota 1,175, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta sotto i 158 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:35

La Borsa italiana sale dello 0,5% e sul listino principale troviamo in rosso Amplifon (-2,5%), Azimut (-0,4%), Banca Generali (-1,3%), Banca Mediolanum (-1,5%), Buzzi (-1,9%), Campari (-1,2%), Diasorin (-4,5%), Enel (-0,8%), Exor (-0,7%), Ferrari (-0,8%), Hera (-0,1%), Interpump (-0,6%), Inwit (-2%), Italgas (-1%), Moncler (-2,7%), Nexi (-1,7%), Poste Italiane (-0,1%), Prysmian (-2,5%), Recordati (-2,8%), Snam (-1,9%), Tenaris (-0,8%) e Terna (-1,8%). I rialzi più consistenti sono quelli di Banco Bpm (+2,2%), Cnh Industrial (+3%), Eni (+2,1%), Fca (+3,2%), Generali (+0,9%), Intesa Sanpaolo (+4,2%), Leonardo (+4,5%), Mediobanca (+1%), Pirelli (+2,9%), Saipem (+1,6%), Telecom Italia (+5,3%), Ubi Banca (+3,1%), Unicredit (+2,7%) e Unipol (+3,9%). Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,175, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 157 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 9:15

La Borsa italiana guadagna lo 0,7% e sul listino principale troviamo in rosso Amplifon (-1%), Campari (-1%), Diasorin (-0,9%), Ferrari (-0,6%), Fineco (-0,7%), Inwit (-0,9%), Italgas (-0,5%), Mediobanca (-0,3%), Moncler (-0,1%), Nexi (-0,2%), Prysmian (-0,6%), Recordati (-1,9%), Snam (-0,7%) e Terna (-0,5%). I rialzi più consistenti sono quelli di Atlantia (+2%), Azimut (+2,1%), Banca Generali (+0,7%), Banca Mediolanum (+0,8%), Banco Bpm (+1,6%), Buzzi (+1,3%), Cnh Industrial (+1,9%), Eni (+2,2%), Fca (+2,7%), Generali (+1,2%), Interpump (+0,7%), Intesa Sanpaolo (+1,4%), Leonardo (+2,1%), Pirelli (+1,9%), Poste Italiane (+1,2%), Saipem (+3%), Telecom Italia (+2,8%), Tenaris (+0,9%), Ubi Banca (+1,1%), Unicredit (+2,3%) e Unipol (+1,8%). Il cambio euro/dollaro sale verso quota 1,18, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 158 punti base.

PIAZZA AFFARI ATTENDE NUOVE TRIMESTRALI

Non mancano dati macroeconomici rilevanti in diffusione nella giornata di oggi. Alle 9:00 conosceremo il tasso di disoccupazione spagnolo di luglio. Alle 11:00 toccherà all’indice dei prezzi alla produzione a livello europeo del mese di giugno. Alle 16:00 sarà la volta degli ordinativi all’industria americana di giugno. Continua la stagione delle trimestrali. Dalla Germania è attesa quella di Bayer, mentre dalla Gran Bretagna quella di BP. A Piazza Affari, invece, quelle di Atlantia, Buzzi, Intesa Sanpaolo, Telecom Italia, Cairo Communication, Banco di Sardegna e Toscana Aeroporti.

Ieri il Ftse Mib ha chiuso in rialzo dell’1,51% a 19.379 punti. Sul listino principale si sono messe in luce Cnh Industrial (+4,9%), Exor (+4,8%), Fca (+4,8%), Tenaris (+4,7%) e Prysmian (+4,7%). Superiori ai tre punti percentuali anche i rialzi di Atlantia (+3%), Ferrari (+3,9%), Fineco (+3,5%), Pirelli (+3%) e Stm (+3,2%). Mediobanca ha fatto peggio di tutti con un -4,2%. Male anche Hera (-3,5%) e Banco Bpm (-1,8%). Lo spread tra Btp e Bund è salito a 159 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA