BORSA ITALIANA OGGI/ Chiusura a -1,85%, Nexi a -6,11% (24 luglio 2020)

- Lorenzo Torrisi

Borsa italiana news. Piazza Affari chiude in rosso. Sul listino principale nessun titolo in rialzo. Particolarmente male Nexi. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Milano Piazza Affari Consob
Piazza Affari, la Borsa di Milano (LaPresse)

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude in calo dell’1,85% e sul listino principale non troviamo titoli in rialzo. Saipem termina la seduta in parità, mentre limitano le perdite sotto il mezzo punto percentuale solamente Banco Bpm (-0,14%), Poste Italiane (-0,49%) e Telecom Italia (-0,5%). I ribassi più ampi sono quelli di Atlantia (-3,18%), Azimut (-2,08%), Banca Generali (-2,51%), Buzzi (-3%), Campari (-1,76%), Diasorin (-3,9%), Enel (-2,34%), Exor (-2,23%), Ferrari (-3,01%), Hera (-2,35%), Interpump (-2,54%), Intesa Sanpaolo (-1,83%), Nexi (-6,11%), Pirelli (-4,28%), Recordati (-2,45%), Stm (-2,56%) e Unipol (-4,2%). Il cambio euro/dollaro sale verso quota 1,165, mentre lo spread tra Btp e Bund scende a 144 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15:45

La Borsa italiana scende dell’1,7% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Banco Bpm (+0,4%), Leonardo (+0,1%) e Telecom Italia (+0,6%). Saipem, invece, si trova in parità. I ribassi più ampi sono quelli di Atlantia (-2,4%), Banca Generali (-1,8%), Buzzi (-2,5%), Diasorin (-3,6%), Enel (-1,9%), Exor (-2,5%), Fca (-1,9%), Ferrari (-3,3%), Generali (-1,8%), Interpump (-3%), Moncler (-1,7%), Nexi (-7,1%), Pirelli (-3,9%), Recordati (-3,1%), Stm (-3,6%) e Unipol (-3,4%). Il cambio euro/dollaro resta a quota 1,16, mentre lo spread tra Btp e Bund scende sotto i 146 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 11:00

La Borsa italiana cede l’1,9% e sul listino principale troviamo in rialzo solamente Banco Bpm (+0,7%). I ribassi più ampi sono quelli di Amplifon (-2,3%), Atlantia (-2,4%), Banca Generali (-2,2%), Buzzi (-2,2%), Campari (-2,1%), Cnh Industrial (-3%), Diasorin (-4%), Enel (-1,8%), Exor (-2,5%), Ferrari (-2,9%), Generali (-1,7%), Interpump (-3,2%), Intesa Sanpaolo (-1,7%), Mediobanca (-2,2%), Moncler (-1,8%), Nexi (-5,8%), Pirelli (-3,6%), Poste Italiane (-1,9%), Stm (-3,6%), Ubi Banca (-1,8%), Unicredit (-1,6%) e Unipol (-2,9%). Il cambio euro/dollaro si attesta a quota 1,16, mentre lo spread tra Btp e Bund sfiora i 148 punti base.

PIAZZA AFFARI INSEGUE QUOTA 20.500

Non mancano dati macroeconomici rilevanti in agenda in quest’ultima giornata della settimana. Alle 8:00 sapremo le vendite al dettaglio del mese di giugno in Gran Bretagna. Alle 9:00 toccherà ai prezzi alla produzione spagnoli di giugno, mentre un’ora dopo sapremo l’indice di fiducia di consumatori e imprese italiane relativo al mese di luglio, insieme agli indici PMI di manifattura e servizi aggregato a livello europeo di luglio. Alle 11:00 l’Istat farà conoscere il saldo della bilancia commerciale extra Ue dell’Italia nel mese di giugno. Alle 15:45 sarà la volta degli indici PMI di manifattura e servizi negli Stati Uniti a luglio. Infine alle 16:00 sapremo il numero di case nuove vendute negli Usa a giugno. A mercati chiusi è prevista la revisione del rating di Grecia e Olanda rispettivamente da parte di Fitch e Dbrs. Da Wall Street sono attese le trimestrali di American Express, Honeywell e Verizon.

Ieri Piazza Affari ha chiuso in calo dello 0,7% a 20.454 punti. Sul listino principale si è messa in luce Unipol con un +4%. Superiori al punto percentuale anche i rialzi di Campari (+1,9%), Cnh Industrial (+2,4%), Moncler (+1,6%) e Recordati (+1%). Diasorin e Banco Bpm hanno fatto peggio di tutti con, rispettivamente, un -3,3% e un -3,2%. Superiori ai due punti percentuali anche i ribassi di A2A (-2,9%), Atlantia (-2,7%) e Unicredit (-2,5%). Lo spread tra Btp e Bund è sceso sotto i 146 punti base.

© RIPRODUZIONE RISERVATA