Brexit: “Sospensione Parlamento è illegale”/ Corte d’Appello contro Boris Johnson

Brexit, la Corte d’Appello della Scozia contro Boris Johnson: illegale la richiesta del premier di bloccare il Parlamento, Governo farà ricorso.

brexit Boris Johnson
Boris Johnson (LaPresse)

Continua il caso Brexit, gli ultimi aggiornamenti arrivano direttamente dal Tribunale scozzese. L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea rischia di essere rimandata ancora una volta e la Corte d’Appello di Edimburgo ha rincarato la dose: la sospensione dei lavori del Parlamento voluta dal premier Boris Johnson è illegale. Una sentenza che contraddice il precedente verdetto, favorevole al Governo: secondo la corte presieduta da Lord Carloway, la scelta di Johnson è stata motivata dall’obiettivo improprio di ostacolare il Parlamento. La Bbc evidenzia che, al momento, la sentenza non incide sulla sospensione del Parlamento scattata ieri: non sono state fornite indicazioni di cancellare la sospensione prima dell’udienza della Corte Suprema britannica, in programma martedì 17 settembre su un ricorso parallelo.

BREXIT: “SOSPENSIONE PARLAMENTO E’ ILLEGALE”

La decisione di Boris Johnson è stata dunque giudicata illegale e in violazione della Costituzione, con l’unico fine di limitare l’attività del Parlamento in vista della Brexit. Dopo l’approvazione della legge anti no deal, il Governo deve fare i conti con il ricorso presentato da 75 deputati dell’opposizione e membri della Camera dei Lord, ma Johnson è pronto a dare battaglia: pronto l’appello contro la decisione della Corte d’Appello di Edimburgo. Come dicevamo, non è prevista la riapertura di Westminster: sarà necessario attendere il 17 settembre, data in cui si terrà l’udienza d’emergenza per valutare i ricorsi presentati in Scozia, Inghilterra e Irlanda del Nord. L’esecutivo ha commentato in una nota: «Il Governo ha bisogno di portare avanti un programma di provvedimenti, la sospensione del Parlamento è la via necessaria e legale per arrivare a ciò». Soddisfatta l’opposizione: «E’ una grande notizia. Johnson ha agito in modo antidemocratico, è necessario che reagisca riconvocando il Parlamento», le parole di Ian Blackford, esponente del partito nazionale scozzese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA