BRIAN MAY “CORONAVIRUS NATO DAL CONSUMO DI CARNE”/ “Queen” vegano da 3 mesi attacca

- Fabio Belli

Brian May “Coronavirus nato dal consumo di carne”. “Queen” vegano da 3 mesi attacca: diffusione del covid-19 legata all’alimentazione.

Brian May 640x300

Brian May, storico chitarrista dei Queen, ha rilasciato una lunga intervista al “New Musical Express“, dicendo la sua sull’emergenza coronavirus. Il sodale di Freddy Mercury è partito con un’analisi del mercato discografico che, come molti altri comparti, sta attraversando una crisi economica ferale a causa dell’epidemia di covid-19. Ma il discorso si è rapidamente ampliato arrivando a toccare le cause che avrebbero scatenato la pandemia. E qui Brian May ha stupito, dicendosi convinto che alla base del covid-19 c’è il consumo di carne. May parla da vegano della prima ora, essendo diventato per sua stessa ammissione “veg” da soli 3 mesi, nonostante questo l’analisi ha toccato altri punti che riguardano anche aspetti storici. Il chitarrista ha ricordato infatti come molte altre epidemie del passato, più o meno letali del coronavirus, hanno riguardato il consumo di carne che ha portato la diffusione della malattia col salto di specie dei virus dagli animali agli esseri umani.

BRIAN MAY: “RIPENSARE ABITUDINI ALIMENTARI”

Secondo Brian May diventare vegani sarà una scelta quasi obbligata una volta che la fine dell’emergenza coronavirus porterà all’apertura di riflessioni profonde sul nuovo stile di vita da adottare: “Questa pandemia sembra provenire da persone che mangiano animali e sta diventando sempre più noto che mangiare animali non è la cosa migliore per la nostra salute. Io sono diventato vegano da tre mesi. Per me è stato un esperimento, perché da molto tempo sono un attivista animalista, ma alle prese con il fatto che li mangiavo ancora di tanto in tanto“. May ha fatto riferimento in particolare nell’intervista al mercato di animali vivi di Wuhan, un metodo di commercio sicuramente non conforme ai diritti degli animali, ma che ha procurato effetti dannosissimi anche per l’uomo. Anche se la scelta sul consumare carne dovrà essere individuale, secondo Brian May ci sarà da considerare una svolta al riguardo visto quando accaduto col covid-19: “Diventare vegano è stata solo una decisione, e non ho predicato a riguardo, ma ora abbiamo visto che gli effetti del mangiare animali ci hanno messo in ginocchio e penso che sia ora di riesaminare il nostro mondo in modo da non abusare delle altre specie“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA