Bruno Spaggiari compie 88 anni/ Legato alla Ducati, vi ha fondato la prima Academy

- Claudio Franceschini

Bruno Spaggiari compie 88 anni: l’ex pilota reggiano ha legato il suo nome alla Ducati e alla MV Agusta, con la rossa ha fondato la prima Academy nella storia negli anni Settanta.

Bruno Spaggiari Ducati facebook 2021 640x300
Bruno Spaggiari in sella alla Ducati (da Facebook)

BRUNO SPAGGIARI COMPIE 88 ANNI

Bruno Spaggiari compie 88 anni. Gli dedica oggi un bel pezzo, per Moto.it, Nico Cereghini: il popolare volto del Motomondiale racconta di 200 Miglia cui assistette nel 1972, nella quale Bruno fu secondo alle spalle di Paul Smart dopo aver guidato a lungo ed essere stato tradito dalla benzina alla Rivazza. Nato sul limite di quella Romagna che tanto ha dato al motociclismo italiano – Reggio Emilia – Spaggiari viene ricordato da Cereghini come un mito: all’epoca di quella gara di Imola aveva già 39 anni e, si legge, tutti lo conoscevano. In effetti aveva vinto, e tanto: vengono citati il Motogiro e la Milano-Taranto, la 24 Ore di Montjuic, ancora il Gp delle Nazioni corso a Monza. Spaggiari aveva gareggiato anche nel Motomondiale: prima con la Ducati, poi con la MV Agusta. Fu proprio in sella a quella mitica moto che, nel 1960, ebbe la sua stagione migliore con la quarta posizione (in appena tre gare disputate: timbrò un secondo posto e due quarte posizioni). Sul tracciato di Monza il reggiano ha indiscutibilmente vissuto le maggiori emozioni.

L’IMPRESA DI MONZA E LA DUCATI ACADEMY

Nel Gp delle Nazioni 1958 Bruno Spaggiari vinse, ma eravamo al termine della stagione: nel corso di una gara nazionale infatti si ruppe la clavicola cadendo mentre era al comando. Risalì in sella e clamorosamente vinse, ma pagò dazio dovendo rinunciare agli appuntamenti del motomondiale. Cereghini ricorda poi di essere stato presente nel giorno in cui partì la Ducati Academy, come si chiamerebbe oggi: Spaggiari precorse in tempi anche in quello, pensando alla necessità di avere una scuola di pilotaggio. Oggi vanno di moda, all’epoca no: nel 1973 Spaggiari la aprì sfruttando le rosse di Borgo Panigale, e anche quello fu un avvenimento del quale resta qualche foto che lo commemora. Forse il nome di questo pilota reggiano oggi si è perso tra tanti altri protagonisti, ed è troppo lontano nel tempo; tuttavia gli appassionati di sport e motociclismo lo ricordano ancora, anche e soprattutto per quell’intuizione che negli anni sarebbe stata seguita da parecchi, e che di fatto ai giorni nostri è davvero diventata una prassi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA