Buffon eguaglia Maldini: record di presenze/ Contro il Verona toccherà quota 902

- Davide Giancristofaro Alberti

Buffon eguaglia il record di Paolo Maldini: sarà 902 partite giocate dopo la gara contro l’Hellas Verona di questa sera

Buffon Juventus saluto
Gigi Buffon (Foto LaPresse)

E’ tutto pronto per l’esordio di Gianluigi Buffon con la maglia della Juventus nel campionato 2019-2020. In vista della sfida fra la Juventus e l’Hellas di Verona, in programma dalle ore 18:00 di questa sera, lo storico portiere bianconero presenzierà fra i pali nell’undici titolare. Una gara speciale per il guardiano della Vecchia Signora, sia perché segna il suo ritorno in campo, sia perché lo stesso rimetterà piede all’Allianz Arena, sia perché con la presenza di questa sera Buffon eguaglierà un certo Paolo Maldini in quanto a record di presenze. Buffon toccherà infatti 902 partite ufficiali giocate fra Juventus e Parma. “Sabato si gioca una partita che per me non può mai essere normale”, le parole dello stesso portiere della Juventus su Instagram.

BUFFON EGUAGLIA MALDINI: RECORD DI PRESENZE

Basterà quindi un altro gettone, che sicuramente Buffon conquisterà da qui a maggio, per far si che lo stesso diventi il giocatore con più partite in assoluto, un record che con grande probabilità durerà per molti anni ancora. Gigi ha messo nel mirino l’ex capitano del Milan anche per un altro record storico, il maggior numero di presenze in Serie A: il rossonero ne ha totalizzate 647, contro le 640 dello juventino, altro obiettivo a portata di mano per il calciatore di Massa. E pensare che l’esperienza alla Juventus, al termine della stagione 2017-2018, si era chiusa proprio contro l’Hellas Verona: era il 19 maggio del 2018 e all’Allianz si disputò la partita fra i bianconeri e gli scaligeri, terminata con le lacrime dello stesso portiere, nonché di migliaia di tifosi presenti sugli spalti. Questa sera si aprirà un nuovo capitolo della prestigiosa carriera del portiere, che a 41 anni ha voluto rimettersi in gioco per provare a distruggere tutti i record, e magari alzare al cielo quella Champions League che sogna ormai da vent’anni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA