Bundesliga quando inizia il campionato?/ Ripresa da metà maggio: a Colonia 3 positivi

- Michela Colombo

Bundesliga, quanto riparte il campionato? Possibile ripresa delle partite già da metà maggio a porte chiuse, ma al Colonia si contano già 3 positivi al coronavirus.

colonia bayern monaco bundesloga lapresse 2020 640x300
Bundesliga, quanto riparte il campionato? (LaPresse)

Prove di ripartenza per il calcio tedesco: nei giorni scorsi il governo ha rinviato la propria decisione sulla ripresa della stagione calcistica della Bundesliga (gli allenamenti sono in corso da diverse settimane), dopo lo stop imposto per l’emergenza coronavirus, ma di fatto anche oggi arrivano ampi segnali di ottimismo dalla politica. Intervistato dalla Bild sulla questione della ripresa della Bundesliga, lo stesso Ministro dell’Interno e dello Sport Horst Seehofer si è detto favorevole per la ripartenza, già per la metà di maggio, come proposto dalla Lega: “Mi pare plausibile il calendario che propone la lega tedesca del calcio e appoggio una ripresa in maggio”. Ricordiamo che la DFL ha proposto un piano di rientro in campo a porte chiuse già per la metà del mese: progetto che renderebbe la Bundesliga il primo grande campionato europeo a tornare in campo, solo pochi giorni dopo che in Ligue 1 si è deciso per lo stop definitivo.

BUNDESLIGA, QUANDO RIPARTE IL CAMPIONATO? 3 POSITIVI AL COLONIA

In attesa però che le alte sfere del calcio come della politica tornino sulla decisione di riprendere la Bundesliga (è previsto un nuovo confronto già il prossimo mercoledì), pure desta scalpore e grande preoccupazione la riscontata positività al coronavirus di tre elementi del Colonia, di cui due giocatori. Stando a quanto riportato dalla Bild in questi giorni, i tre (di cui un fisioterapista) sarebbero tutti asintomatici e in buone condizioni, ma non se ne conoscono le generalità. Lo stesso club tedesco ha poi confermato l’indiscrezione, confermando però nel contempo anche il regolare svolgimento degli allenamenti di gruppo, in rispetto alle norme igieniche già note. Nei prossimi giorni anche gli altri club dovrebbero completare i tamponi, che da regolamento dovrebbero venir eseguiti due volte alla settimana, al fine di verificare e porre in isolamento gli eventuali positivi. La mossa però al momento sta creando non poco sconcerto, tenuto conto che in Italia è proprio sull’eventualità che un giocatore venga trovato positivo dopo la ripartenza il tema su cui c’è maggiore scontro tra club, lega e governo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA