Auguri Buon Halloween 2019: frasi festa/ Dalla serie Buffy le citazioni più belle

- Hedda Hopper

Auguri di buon Halloween 2019, la Festa e le frasi più iconiche: da Shakespeare a Stephen King fino alle citazioni della serie Buffy

halloween america festa
Pubblicità

Manca sempre meno alla notte di Halloween 2019, la più spaventosa dell’anno dove si rincorreranno aneddoti horror, tra un dolcetto ed uno scherzetto. Per celebrarla al meglio, quale miglior modo di una frase di auguri o semplicemente un aforisma che possa campeggiare su uno striscione durante il nostro party casalingo o meglio ancora su una grossa zucca intagliata per l’occasione? Nella notte di streghe e vampiri, oltre che fantasmi e pipistrelli, a venirci in soccorso potrebbe esserci una eroina per eccellenza, Buffy, che contro i vampiri ha dovuto combattere a lungo. La serie cult di fine anni Novanta, ha segnato intere generazioni e proprio per Halloween ha dato vita ad un episodio ad hoc contenuto nella sesta puntata della seconda stagione dove non mancano riferimento alla festa tanto amata in America. E proprio dal Vampiro Spike, protagonista indiscusso della serie, arrivano le frasi più iconiche da utilizzare anche nella notte di Halloween. “Uno 0 negativo doppio, barman!”, potrebbe essere la frase migliore da dire se avete deciso di festeggiare la serata in un locale. “La uccido e poi la salvo. No, prima la salvo e poi la uccido!”, ed ancora, per un Halloween al tempo stesso romantico: “Io ti amo. Tu sei tutto quello a cui penso, quello che sogno. Sei nelle mie viscere, nella mia gola. Io vorrei annegare in te, affogare nel tuo corpo”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

DA VOLTAIRE A… HARRY POTTER

Tra letteratura, filosofia, citazionismo tratto dal mondo di celluloide e gli immancabili (e pervasivi) social network: da festa di nicchia tipica della cultura anglosassone la notte di Halloween che si celebra oggi 31 ottobre è diventata oramai patrimonio comune di centinaia di milioni di persone nel mondo occidentale e chi volesse pescare a piene mani in questo sterminato patrimonio per provare a essere originale nel fare gli auguri (a volte spacciando cotanta originalità per propria…) non ha che l’imbarazzo della scelta. Si può spaziare dalle citazioni colte di ieri e di oggi: basta pensare a al filosofo francese Voltaire (“Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle”) al suo connazionale e omologo, nonché sociologo, Jean Baudrillard scomparso nel 2007 (“Non c’è niente di più divertente di Halloween: questa festa sarcastica riflette una domanda infernale di vendetta da parte dei bambini sul mondo degli adulti”). E come dimenticare il cinema prendendo a… prestito le frasi delle pellicole sul tema di Tim Burton (“Questo è Halloween, grida insieme a noi” cantano i protagonisti di “Nightmare before Christmas” di cui fu produttore) ma anche i riferimenti nella saga di Harry Potter e di altro produzioni che, negli ultimi anni, portando sul grande schermo la notte delle streghe e delle zucche animate ne hanno attualizzato (e stravolto?) l’iconografia per strizzare l’occhio alle nuove generazioni. (agg. di R. G. Flore)

Pubblicità

TRA CITAZIONI DI FILM, IRONIA E… POLITICA

Oramai la sera del 31 ottobre è diventata una piacevole ricorrenza anche da questa parte dell’Oceano e, anche se non si tratta di una festa che fa presa sulle vecchie generazioni, Halloween rappresenta un momento di divertimento e di “carnevalesco” anticipato per le nuove, fra travestimenti, la riproposizione del rituale del “dolcetto o scherzetto” e pure le immancabili frasi di auguri, rigorosamente condivise via social con la propria rubrica di contatti. Largo dunque agli auguri più originali e a quelli abbinati ai meme più in voga, senza dimenticare le immancabili citazioni a tema che magari vengono riattualizzate al tempo dei social. Un esempio? “Stasera gli scheletri nell’armadio li trovi nella chat di Facebook e Whatsapp”, oppure “Oggi la tua testa è la foto del profilo di tutte le bacheche”, senza dimenticare l’ironia su streghe, stregoni e fatture e pure sulla classe politica, immancabile bersaglio dei più burloni. “Il posto migliore dove festeggiare Halloween quest’anno è il Parlamento: dove le trovi tante zucche vuote e mostri così?” ha scritto un anonimo contributore la cui frase è stata molto condivisa e che sembra raccogliere una approvazione bipartisan(agg. di R. G. Flore)

DA SHAKESPEARE A JACK O’LANTERN…

Magari potreste risultare un po’ vetusti nel fare gli auguri di Buon Halloween 2019 con qualche citazione di William Shakespeare, ma di sicuro il lato “poetico” e “saggio” delle vostre frasi su WhatsApp o Instagram potrebbe essere esaltato. È poco noto ma è molto “tranciante” l’aforisma di marca shakesperiana che potreste utilizzare per questa Festa delle Streghe: «Ora è nella notte il momento delle streghe, quando i cimiteri sbadigliano e l’inferno stesso alita il contagio su questo mondo». Se invece volete fare magari una figura un pochino più attuale e utilizzare uno dei maestri del brivido contemporaneo, allora Stephen King fa il caso vostro: «Halloween è il giorno in cui ci si ricorda che viviamo in un piccolo angolo di luce circondati dall’oscurità di ciò che non conosciamo. Un piccolo giro al di fuori della percezione abituata a vedere solo un certo percorso, una piccola occhiata verso quell’oscurità». Nel giorno della festa di Jack O’Lantern, Dolcetto, scherzetto o augurio perfetto? (agg. di Niccolò Magnani)

AUGURI FESTA DI HALLOWEEN 2019

Il popolo italiano si divide e non per questioni politiche o di sport ma per la Festa di Halloween che va in scena oggi in tutto il mondo e, soprattutto, in America. Case decorate ad arte, dolcetti, scherzetti e feste per adulti e bambini, tutti sono pronti per la notte che alcuni paragonano al Carnevale mentre altri la mettono al bando come una sorta di momento buio e oscuro “che allontana dalla luce della Fede, di Dio” e del nostro stesso essere italiani. In America la stagione delle feste si apre proprio con la notte delle streghe, con maschere e costumi per mettere insieme il momento più bizzarro dell’anno, e in Italia? Alcuni hanno già pensato bene di usare i social e whatsapp per gli auguri per Halloween mentre altri pensano bene di usare questa festa e le sue maschere per punzecchiare parenti e amici al grido di “puoi essere te stesso stasera” oppure “Truccati di meno stasera, fai finta di indossare una maschera” ma altri sono pronti a mascherarsi per la gara di dolcetti, ma chi la spunterà?

LE ORIGINI DELLA FESTA DI HALLOWEEN

La giornata è destinata a dividere gli italiani soprattutto per via di una serie di no alla festa di Halloween 2019 (e non solo) da parte della Chiesa. In realtà per alcuni la festa è legata proprio all’antica Roma e, ancor più precisamente, ad una festa dedicata alla dea romana Pomona o alla “festa dei defunti” nota come Parentalia, altri ancora sono pronti a sottolineare che si tratti invece di una festa celtica, dello Samhain, legata alla “fine dell’estate”, in cui proprio le zucche venivano intagliate insieme a rape e altri ortaggi proprio per scacciare gli spiriti ritenuti malvagi. E l’Italia? La Chiesa è ancora pronta a sottolineare il fatto che l’unica festa riconosciuta sia quella di domani, ovvero quella di Ognissanti, ma alcuni esperti sono pronti a scommettere che proprio questa festa cristiana sia stata fissata l’1 novembre per una sorta di continuità tra la festa cristiana e il rito pagano. Tutti contenti? Sicuramente no ma quelli che ne giovano sono sicuramente i bambini che possono dividersi tra feste a tema horror e quelle a tema religioso dove, in entrambi i casi, le caramelle non mancheranno.

FESTA DI HALLOWEEN IN AMERICA

Chi ha fatto sua questa festa e l’ha resa qualcosa di grande (anche a livello di giro di denaro) sono gli americani. Villette a schiera addobbate per l’occasione, feste in giro per i locali e vip pronti a fare la fila per red carpet di feste in cui l’unica parola d’ordine è travestimento. Il consumismo in questi giorni negli Stati Uniti si spreca regalando a tutti un ottimo pretesto per acquisto di vestiti, addobbi, zucche da decorare e dolci da mangiare. E in Italia? Anno dopo anno la mania sta travolgendo anche gli italiani che, magari, non festeggiano in casa ma prendono d’assalto i locali, soprattutto quelli in cui anche i bambini possono divertirsi, e i parchi di divertimento che quest’anno hanno messo insieme una serie di feste ed eventi. In Americana si parla di migliaia di dollari bruciati in questi giorni e per questa festa, e in Italia? Lo scopriremo nei prossimi giorni quando i numeri saranno rivelati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità