Buoni spesa comuni italiani/ Fino a 800 euro di voucher: come ottenerli

- Danilo Aurilio

I Buoni spesa di alcuni comuni italiani sono ancora attivabili e richiedibili. Ecco come fare richiesta e scoprire se si hanno i requisiti

inflazione occulta
(LaPresse)

I buoni per fare la spesa in alcuni comuni italiani sono ancora validi e attivi. Dopo la pandemia del Covid-19, sia lo Stato italiano che gran parte dei comuni del nostro Bel Paese, hanno lanciato una iniziativa di solidarietà: migliorare alcune condizioni familiari peggiorate a causa del virus.

In alcuni casi abbiamo presentato (anche di recente), una soluzione per ottenere voucher spendibili nella spesa, pur non dovendo presentare nessuna dichiarazione dei redditi. Questa volta la situazione sarà leggermente differente.

Buoni spesa comuni italiani: come funziona e chi può farne richiesta

I buoni spesa di alcuni comuni italiani sono richiedibili da quelle famiglie che possono dimostrare di aver avuto un peggioramento economico a causa della pandemia da coronavirus, o che hanno un reddito familiare basso.

Il RAL varierà in base al Comune in cui si fa richiesta. In Italia al momento, sono rimasti in pochi a fornire aiuto fino ad ottenere ben 800 euro da spendere in spesa o locali i cui prodotti sono considerati di prima necessità o di urgenza (come le farmacie).

Per conoscere i requisiti disposti dai comuni italiani per ottenere il buono spesa, è necessario recarsi sul loro sito web ufficiale e leggere il documento contenente tutti i dettagli.

Qualcuno potrà richiedere oltre ad un ISEE basso (essenziale leggere l’importo da non superare), di non percepire nessun altro sussidio economico, come il reddito di cittadinanza.

Ecco alcuni Comuni da prendere come esempio:

  1. Bonus spesa a Bologna: al di là dei requisiti da leggere sul sito del Comune del capoluogo emiliano, sarà possibile usufruire del voucher da spendere per fare la spesa, previo residuo sufficiente dell’importo totale del fondo stanziato inizialmente.
  2. Bonus spesa a Catania: previa disponibile e accettazione grazie ai propri requisiti, i catenesi potranno sfruttare i voucher per fare la spesa per tutto l’anno del 2022.

Per altri Comuni, suggeriamo di visitare il sito del proprio di residenza.







© RIPRODUZIONE RISERVATA